23 Aprile 2017, 12:03

"Blue Sea Land". Domani il via all'Expo delle eccellenze agro-ittiche-alimentari del Mediterraneo

di: Santina Matalone
Immagine relativa alla notizia: "Blue Sea Land". Domani il via all'Expo delle eccellenze agro-ittiche-alimentari del Mediterraneo

Una trentina di delegazioni istituzionali ed imprenditoriali di Paesi del Mediterraneo, dell’Africa e del Medio Oriente allargato, 250 aziende della filiera agroalimentare e bio, 20 distretti produttivi, una quindicina di comuni della Sicilia Occidentale. Sono alcuni numeri della terza edizione di “Blue Sea Land” l’Expo delle eccellenze agro-ittiche-alimentari del Mediterraneo, Africa e Medioriente che si svolgerà dal 9 al 12 ottobre a Palermo, Gibellina, Marsala  e Mazara del Vallo.
Blue Sea Land confermerà la centralità mediterranea della Sicilia, quella geografica e quella storica già esistono”. Con queste parole l’On. Leoluca Orlando, sindaco di Palermo e presidente dell’Anci Sicilia ha presentato ai giornalisti, ieri mattina presso il Castello Utveggio, sede del Cerisdi.
 La manifestazione internazionale patrocinata dal Ministero Affari Esteri, dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, dalla Regione Siciliana, dalla Camera di Commercio di Trapani, da Anci Sicilia, dai Comuni di Palermo, Gibellina, Mazara del Vallo e Marsala, dall’Assostampa Sicilia, e dall’Expo Milano 2015, ha come leit motiv la blue economy, modello di sviluppo al quale da più di sei anni si ispira il lavoro del Distretto Produttivo della Pesca che rivolge le sue attività alle filiere produttive attraverso la rigenerazione delle risorse e la conservazione delle energie del pianeta a partire da quelle del mare.
 “Blue Sea Land -ha sottolineato Giovanni Tumbiolo, Presidente del Distretto della Pesca- è la fiera del lavoro, volano di sviluppo, occupazione e tanta cooperazione con numerosi Paesi  che insieme hanno deciso di avviare progetti collaborazione.”
“Il Distretto della Pesca di Mazara del Vallo mette insieme cultura ed economia, il miglior modo per presentarsi ai mercati esteri; così l’Anci Sicilia si proporrà  all’Expo 2015. L’Anci Sicilia, inoltre, ha istituito un tavolo tecnico per far conoscere agli stessi sindaci le realtà produttive dei loro territori
” ha dichiarato il rappresentante dell’Anci Sicilia Orlando.  
Per  l’Assessore regionale alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Avv. Ezechia Paolo Reale “la Sicilia ha la necessità di riacquistare un ruolo al centro del Mediterraneo attraverso l’agricoltura e la pesca. Con questo spirito guiderà il cluster biomediterraneo all’Expo 2015 di Milano e di cui Blue Sea Land, organizzato dal Distretto Produttivo della Pesca, costituisce un primo importante passo. Agricoltura e pesca”.
 A Blue Sea Land tre saranno le aree di incontro: prodotti ittici, agroalimentari, artigianato, industria e servizi per il settore food; sarà luogo di dialogo interculturale ed interreligioso. Nel tardo pomeriggio di domenica 12 ottobre nella casbah mazarese si terrà un evento di grande significato: rappresentanti delle religioni Cattolica, Ebraica, Bektashi e Musulmana insieme reciteranno l’invocazione rotariana per la pace dei popoli.
 

Piace a:

Commenti

L'invio dei commenti avverrà esclusivamente attraverso l'utilizzo di Facebook. La pubblicazione di un commento su facebook comporterà anche la pubblicazione dello stesso nel sito. Se l'utente non vuole che ciò che si verifichi occorrerà eliminare il flag nella barra "Pubblica su facebook". Inviando questo commento dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito. La redazione è esonerata da ogni responsabilità.

Condividi

Immagini

blue sea land
Incentivi SiciliaValeria Palmeri