20 Gennaio 2018, 08:15

50° anniversario del terremoto del 1968. Il programma

di: Mariano Pace
Immagine relativa alla notizia: 50° anniversario del terremoto del 1968. Il programma

Conto alla rovescia per l’inizio delle celebrazioni ufficiali in ricorrenza del 50° anniversario del terremoto del gennaio 1968 che mise in ginocchio diversi centri del territorio. “Insieme per costruire bellezza” è il titolo del calendario delle manifestazioni in programma, messo appunto dal coordinamento dei 21 sindaci della Valle del Belice e da un  coordinamento tecnico. Celebrazioni che toccheranno il “clou” con la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Arriverà a Partanna per l’apertura delle iniziative alle ore 10,30, presso l’Auditorium Giacomo Leggio. Per l’occasione la banda musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco eseguirà l’inno nazionale. Ad accogliere il presidente Mattarella: Nicolò Catania, sindaco di Partanna e coordinatore dei sindaci della Valle del Belice e l’onorevole Nello Musumeci, Governatore della Regione Siciliana. Dopo gli interventi delle due figure istituzionali, scatterà la consegna di “targhe alla memoria”, per l’aiuto offerto alle popolazioni del Belice in quei drammatici e luttuosi giorni del 1968. Gli attestati andranno alla memoria dei Vigili del Fuoco: Giuliano Carturan, Savio Semprini, Alessio Maceri e Giovanni Puccio. 

Alla memoria dell’Appuntato dei Carabinieri Nicolò Cannella. Targa alla memoria anche per Don Antonio Ribaldi, deceduto recentemente, per la “dedizione, l’impegno religioso e civico a favore delle popolazioni della Valle del Belice”. Un riconoscimento sarà consegnato anche a Ivo Soncini, il giovane Vigile del Fuoco che 50 anni fa liberò dalle macerie di Gibellina la bambina Eleonora Di Girolamo (“Cuccuredda”). A seguire sarà proiettato il cortometraggio: ”15 Gennaio 2018, Il Belice a mezzo secolo dal terremoto” di Domenico Occhipinti. Sarà poi il turno dell’attore Alessandro Preziosi che leggerà frammenti del monologo “Nel ricordo della Valle del Belice”, accompagnato dal maestro-musicista Lello Amalfino. Quindi i riflettori si sposteranno a Gibellina dove alle ore 12,30 è prevista la “Cerimonia di ingresso nella Valle del Belice attraverso la Porta del Belice realizzata a Gibellina   da Pietro Consagra”. Tutti i sindaci del Belice con le Autorità Istituzionali attraverseranno la Porta del Belice. L’ingresso sarà accompagnato dalla musica della Fanfara Regionale dei Carabinieri. A seguire sarà inaugurata la “Stele Celebrativa del 50° Anniversario del terremoto, riportante tutti i nomi dei comuni della Valle del Belice devastati dal sisma del 1968.. Si passa poi a Salaparuta-Poggioreale. Qui, alle ore 15,30, le autorità e i sindaci del Belice andranno a deporre una corona commemorativa al Monumento delle Vittime del terremoto del gennaio 1968, opera inaugurata e benedetta, nel 1982, da Papa Giovanni Paolo II nel corso della sua visita  nella valle del Belice. Momento squisitamente “suggestivo e commovente” con la Fanfara dei Carabinieri che eseguirà il “silenzio e l’inno nazionale”. Le celebrazioni proseguiranno a Santa Margherita di Belice con l’inaugurazione presso il Museo della Memoria (ore 16,00) della Stele Celebrativa con i nomi delle vittime del sisma. Sarà presente la banda musicale dei Vigili del Fuoco. Ci si sposterà, infine, presso il vecchio centro di Montevago (spazio antistante i ruderi dell’ex Chiesa Madre) dove alle 16,30 sarà celebrata la Santa Messa di Commemorazione delle vittime del terremoto. Il rito sarà officiato da: Monsignor Francesco Montenegro, Cardinale di Agrigento, Monsignor Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, Monsignor Pietro Maria Fragnelli, Vescovo di Trapani, Monsignor Domenico Mogavero, Vescovo di Mazara  del Vallo,, Monsignor Giorgio Demetrio Gallaro, Vescovo di Piana degli albanesi. In programma l’intervento musicale della banda musicale dei Vigili del Fuoco. A seguire la “Fiaccolata di raccoglimento” in onore dei morti del terremoto del gennaio 1968. Le celebrazioni sul 50° anniversario del terremoto avranno un’anteprima: sabato 13 gennaio 2018 alle ore 20,30 presso il teatro comunale L’Idea di Sambuca di Sicilia.. Prevista  l’iniziativa: “In Memoria del Belice. Uomini e racconti” con letture di Alessandro Preziosi e musiche di Lello Amafino. Il tutto curato da Tanino Bonifacio.

Ricordiamo  i ventuno comuni della Valle del Belice che sono: Bisacquino, Calatafimi Segesta, Campofiorito, Camporeale, Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Corleone, Gibellina,Giuliana, Menfi, Monreale, Montevago, Partanna, Poggioreale, Roccamena ,Salemi, Sambuca di Sicilia,Santa Margherita di Belice, Santa Ninfa, Salaparuta, Vita. Il coordinamento tecnico per le celebrazioni è costituito da:Tanino Bonifacio (ccordinatore), Onorio Abruzzo, Alessandro La Grassa, Giuseppe Maiorana, Carlo Pendola, Giuseppe Salluzzo, Giuseppe Verde.

Piace a:

Commenti

L'invio dei commenti avverrà esclusivamente attraverso l'utilizzo di Facebook. La pubblicazione di un commento su facebook comporterà anche la pubblicazione dello stesso nel sito. Se l'utente non vuole che ciò che si verifichi occorrerà eliminare il flag nella barra "Pubblica su facebook". Inviando questo commento dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito. La redazione è esonerata da ogni responsabilità.

Condividi

Immagini

terremoto belice
Incentivi Sicilia