23 Aprile 2017, 12:03

L'ARS finanzia 3milioni di euro per il GAL "Valle del Belìce"

di: Redazione
Immagine relativa alla notizia: L'ARS finanzia 3milioni di euro per il GAL "Valle del Belìce"

L'Assessorato Regionale per l'agricoltura ha approvato oggi, 2 novembre, la graduatoria definitiva per il finanziamento dei GAL.
Il GAL Valle del Belìce, la cui società di gestione, con base sociale molto ampia, è nata poche settimane addietro, è stato finanziato con circa 3.141.000 di euro. Può avviarsi  dunque l'impegno per implementare e concretizzare le progettualità descritte nel piano di azione locale: valorizzare le produzioni enogastronomiche di eccellenza, promuovere il turismo rurale e culturale, tutelare le risorse artistiche e paesaggistiche, attivare sinergie nella governance del territorio belicino.
Come dichiara l'assessore regionale  all’Agricoltura, Antonello Cracolici, ai circa 123 milioni di euro previsti nel PSR (93 milioni per le strategie di sviluppo locale ed altri 30 milioni per animazione territoriale ed altre azioni collegate)  per la programmazione dei Gal, si sono aggiunti per la prima volta in questa programmazione altri 63 milioni di risorse aggiuntive  del PO Fesr.
Grande soddisfazione è espressa dai sindaci dei dodici comuni aderenti al partenariato (Caltabellotta, Contessa Entellina, Gibellina, Menfi, Montevago, Partanna, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belìce e Santa Ninfa) per l'importante risultato conseguito.
Un successo che secondo  il Presidente del CdA del Gal Valle del Belìce e Sindaco di Menfi, Arch. Vincenzo Lotà, "testimonia tanto la grande qualità delle ipotesi progettuali individuate quanto la maturità del territorio necessarie per percorrere la via di uno sviluppo solido, sostenibile e condiviso. Valorizzare e promuovere la dimensione rurale del nostro sistema territoriale consentirà di attivare un volano di crescita complessiva che sia rispettoso dell'identità e delle peculiarità locali".

Piace a:

Commenti

L'invio dei commenti avverrà esclusivamente attraverso l'utilizzo di Facebook. La pubblicazione di un commento su facebook comporterà anche la pubblicazione dello stesso nel sito. Se l'utente non vuole che ciò che si verifichi occorrerà eliminare il flag nella barra "Pubblica su facebook". Inviando questo commento dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito. La redazione è esonerata da ogni responsabilità.

Condividi

Immagini

Biblioteca Menfi Costituzione GAL
Incentivi SiciliaValeria Palmeri