30 Aprile 2017, 13:00

Distretto socio-sanitario n. 54. Fino a 400€ di sussidio per le famiglie bisognose

di: Mariano Pace
Foto: viareggino.com Immagine relativa alla notizia: Distretto socio-sanitario n. 54. Fino a 400€ di sussidio per le famiglie bisognose

A partire dal 2 settembre 2016 è possibile  presentare, nei rispettivi comuni di residenza facenti parte del  distretto socio-sanitario n. 54 di Castelvetrano, la domanda per l’ottenimento del sostegno inclusione attiva (SIA). Il beneficio economico, rivolto ai nuclei familiari che versano in disagiate condizioni economiche, è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il sussidio è concesso bimestralmente. Viene erogato attraverso una carta di pagamento elettronica (carta Sia) rilasciata dall’INPS. Si va da un minimo di 80,00 euro (per un membro) a un massimo di 400,00 euro (cinque membri). Ma per ricevere il beneficio le famiglie richiedenti dovranno essere in possesso dei requisiti elencati nell’avviso-bando a firma del presidente del distretto n. 54  Felice Junior Errante, sindaco di Castelvetrano comune capofila.

Tra questi requisiti: almeno un componente del nucleo familiare deve essere minorenne. Oppure  all’interno del nucleo familiare si deve registrare la presenza di un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata (non prima dei quattro mesi dalla data presunta del parto) con l’aiuto di certificazione medica rilasciata da struttura pubblica. Essere cittadino italiano o comunitario ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno.

Occorre inoltre essere residenti in uno dei comuni appartenenti al distretto vale a dire Castelvetrano, Partanna, Santa Ninfa, Poggioreale, Salaparuta, Campobello di Mazara.

Poi ancora occorre essere titolare di un indicatore ISEE non superiore a 3 mila euro e non beneficiare di altri trattamenti economici rilevanti di natura previdenziale, assistenziale e indennitaria superiore a 600 euro mensili.  Non si deve beneficiare di indennità di disoccupazione e assegno di disoccupazione.

Ed infine nessun  componente deve possedere autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc. o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc. Poi sarà effettuata una valutazione multidimensionale del bisogno in base al quale il nucleo familiare richiedente deve ottenere un punteggio uguale o superiore a 45. Le domande dovranno essere compilate  su appositi modelli INPS e consegnati ai comuni di residenza entro il prossimo 31 ottobre 2016. 

Per la compilazione gli interessati potranno rivolgersi ai Caf e ai Patronati. I comuni effettueranno l’istruttoria delle singole domande verificandone l’ammissibilità e trasmetteranno il tutto all’Inps (in ordine cronologico di arrivo) per la valutazione definitiva.

Piace a:

Commenti

L'invio dei commenti avverrà esclusivamente attraverso l'utilizzo di Facebook. La pubblicazione di un commento su facebook comporterà anche la pubblicazione dello stesso nel sito. Se l'utente non vuole che ciò che si verifichi occorrerà eliminare il flag nella barra "Pubblica su facebook". Inviando questo commento dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito. La redazione è esonerata da ogni responsabilità.

Condividi

Immagini

sociale assistenza e famiglia
Incentivi SiciliaValeria Palmeri