25 Settembre 2017, 00:49

La RAI cerca 100 giornalisti da assumere

Le domande vanno presentate entri il 24 aprile 2014

di: Adriano Butera
Foto: televisionando Immagine relativa alla notizia: La RAI cerca 100 giornalisti da assumere

La Rai Radiotelevisione Italiana S.p.A. promuove un’iniziativa di selezione per titoli e prove, finalizzata ad individuare 100 Giornalisti Professionisti per far fronte a future esigenze, da utilizzare con contratti a tempo determinato, nell’ambito di tutto il territorio nazionale.

Potranno essere selezionati coloro che risultino iscritti all’Albo dei Giornalisti elenco Professionisti in data anteriore al 24 aprile 2014. Inoltre ai fini della formazione della graduatoria finale, verranno attribuiti i seguenti punteggi aggiuntivi in caso di comprovato possesso di uno o più dei seguenti titoli, per un massimo assegnabile di 10 punti:

  1.  Laurea Triennale (L): 2 punti;
  2. Laurea Magistrale (LM) / Laurea Specialistica (LS) / Laurea Vecchio Ordinamento (VO): 3 punti;
  3. Voto di laurea superiore a 105: 1 punto;
  4. Master e/o Scuole di specializzazione giornalistiche riconosciute dall’Ordine dei Giornalisti: 3 punti;
  5. Conoscenza di una lingua diversa dalla lingua inglese almeno ad un livello intermedio-superiore verificata attraverso un colloquio di valutazione: fino a 3 punti.

La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere inoltrata entro il 24 aprile 2014 esclusivamente attraverso la compilazione del form on line accessibile all'indirizzo www.lavoraconnoi.rai.it nell'area riservata all'iniziativa "SELEZIONE GIORNALISTI PROFESSIONISTI 2014". Al termine delle attività di compilazione e di invio del form, il candidato riceverà un messaggio di posta elettronica, generato in modo automatico, a conferma dell'avvenuta acquisizione della candidatura.

Le domande pervenute in formato e/o con mezzo diverso da quanto sopra riportato (es. in formato cartaceo, etc.) e/o al di fuori dell'arco temporale indicato, non potranno in alcun modo essere prese in considerazione.

Il processo di selezione sarà articolato nelle seguenti fasi:

I Prova

La prima prova si sostanzierà in un test scritto a risposta multipla (multiple choice) che verterà su tematiche attinenti la cultura generale e l’attualità (con riguardo all’ordinamento dello Stato, alle norme sulla stampa e sul sistema radiotelevisivo, alla tutela della privacy, al contratto nazionale di lavoro giornalistico, al giornalismo radiotelevisivo e cross mediale) e su nozioni di lingua inglese. La prova si intenderà superata per i primi 400 candidati (al netto di eventuali ex aequo) classificati in graduatoria. Il superamento di tale prova, il cui punteggio non verrà considerato utile ai fini della formazione della graduatoria finale, è condizione per l'ammissione alle fasi successive del percorso selettivo.

II Prova

La seconda prova avrà la seguente articolazione e valorizzazione:

  • redazione e lettura di un testo giornalistico
  • redazione e lettura di un testo giornalistico
  • redazione di un “tweet” di 140 caratteri
  • improvvisazione in video su un tema di attualità su un argomento a scelta del candidato
  • prova pratica volta alla verifica della capacità di utilizzo da parte dei candidati degli strumenti informatici utili all’elaborazione di contenuti audio e video
  • prova di valutazione della capacità di utilizzo del web

La terza prova si articolerà secondo le seguenti fasi:

  •  test e colloquio di valutazione della conoscenza della lingua inglese (fino a 10 punti);
  • test e colloquio conoscitivo e di orientamento, con valutazione anche del curriculum vitae presentato nel formato standard europeo (fino a 5 punti);
  • eventuale colloquio di valutazione della conoscenza di una lingua diversa dalla lingua inglese (vedi paragrafo 6 punto E).

Al termine della procedura selettiva verrà formata una graduatoria finale relativa ai primi 100 candidati (al netto di eventuali ex aequo) che avrà validità per 3 anni dalla pubblicazione.

Piace a:

Commenti

L'invio dei commenti avverrà esclusivamente attraverso l'utilizzo di Facebook. La pubblicazione di un commento su facebook comporterà anche la pubblicazione dello stesso nel sito. Se l'utente non vuole che ciò che si verifichi occorrerà eliminare il flag nella barra "Pubblica su facebook". Inviando questo commento dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito. La redazione è esonerata da ogni responsabilità.

Condividi

Immagini

RAI
Valeria PalmeriIncentivi Sicilia