22 Febbraio 2017, 17:03

Poggioreale. Bocciata la "sfiducia", Pagliaroli resta sindaco: "Smontate punto su punto le accuse"

di: Mariano Pace
Immagine relativa alla notizia: Poggioreale. Bocciata la "sfiducia", Pagliaroli resta sindaco: "Smontate punto su punto le accuse"

“Nulla di fatto” in seno al consiglio comunale di Poggioreale sulla mozione di sfiducia, nei confronti del  sindaco di Poggioreale Lorenzo Pagliaroli, presentata alla vigilia di Natale da sei componenti della maggioranza Progresso e Solidarietà che non sostiene l’azione politico-amministrativa del primo cittadino. Il documento, infatti, in aula non è passato avendo convogliato favorevolmente solo i sei voti del gruppo maggioritario mentre  i voti necessari, per potere  “mandare a casa il sindaco Pagliaroli” erano dieci. 

I tre rappresentanti dello schieramento di minoranza Tutti in Comune, che nell’elezione del 2013 hanno sostenuto la candidatura di Pagliaroli,  hanno votato contro la mozione. Mentre  un quarto consigliere comunale si è astenuto. Dunque, circa cinque ore di dibattito non sono state sufficienti a dirimere la “matassa”. Nel corso della discussione si sono registrati gli interventi dei consiglieri comunali: Francesco Blanda, Girolamo Cangelosi, Antonina Corte, Piera Luisa Giarratano, Giovanni Vella, Angela Palermo, Paola Di Giovanni, Pietro Fazzino.La motivazione del “no alla mozione” è stata fatta risalire  alla “tempistica”.

Tutti d’accordo infatti i tre membri dell’opposizione nell’evidenziare che “la mozione, a loro parere, doveva essere presentata prima. Precisamente qualche mese fa quando si è registrata la quasi presa di distanza di quattro consiglieri del gruppo Tutti in Comune dall’operato del sindaco Lorenzo Pagliaroli. Presa di posizione che allora portò alle dimissioni da capogruppo consiliare di Giovanni Vella. 

Mentre l’esito del voto è stato salutato con amarezza e sorpresa da parte della maggioranza consiliare. ”Siamo rimasti notevolmente sorpresi-spiega il capogruppo Francesco Blanda- nell’apprendere in aula che i consiglieri di minoranza avrebbero votato a favore della mozione se la stessa fosse stata presentata qualche mese prima e concordata. Ciò pur avendo verificato dalle loro dichiarazioni in aula che gli stessi rimangono tuttora critici sul modo di amministrare dell’attuale sindaco Pagliaroli, così come dichiarato da loro nella seduta consiliare dello scorso 2 agosto.  Abbiamo anche ritenuto insoddisfacente la replica del sindaco dopo la lettura della nostra mozione”. 

Ed è arrivato anche il commento del sindaco Pagliaroli sull’esito della votazione sulla mozione di sfiducia. ”Mi reputo pienamente soddisfatto-sottolinea il sindaco Pagliaroli-dell’esito della votazione che di fatto riavvicina i consiglieri comunali del gruppo Tutti in Comune al loro sindaco impedendo che la maggioranza Consiliare sovvertisse la   volontà cittadina espressa nel voto del giugno 2013. In aula - conclude il sindaco - credo di avere smontato punto su punto le accuse e  tutte le critiche rivoltemi dallo schieramento Progresso e Solidarietà e, come già detto, dopo che la mozione di sfiducia nei miei confronti non è passata, chiedo di  essere lasciato  lavorare  in pace in questi ultimi diciotto mesi di vita amministrativa”.

Piace a:

Commenti

L'invio dei commenti avverrà esclusivamente attraverso l'utilizzo di Facebook. La pubblicazione di un commento su facebook comporterà anche la pubblicazione dello stesso nel sito. Se l'utente non vuole che ciò che si verifichi occorrerà eliminare il flag nella barra "Pubblica su facebook". Inviando questo commento dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito. La redazione è esonerata da ogni responsabilità.

Condividi

Immagini

Pagliaroli
Proposte d'arredoIncentivi Sicilia