23 Gennaio 2017, 01:23

Rosario Crocetta è il nuovo Presidente della Regione Siciliana

Le prime reazioni. Crocetta: "oggi è cambiata la storia"

di: Redazione
crocetta
crocetta

Rosario Crocetta è il nuovo Presidente della Regione Siciliana. Mancano solo pochissime sezioni da scrutinare, ma ormai il dado è tratto. Il distacco dal candidato del Pdl, Nello Musumeci, è di oltre 5 punti. Terzo, a 18,2% Giancarlo Cancelleri. Poi Miccichè e Marano.

Questa mattina Crocetta aveva detto "Da quanto emerge dai primi seggi scrutinati siamo in testa in diverse province: Siracusa, Ragusa, Caltanissetta, Agrigento e soprattutto Messina". Poi nel pomeriggio ha aggiunto: "Sembra che ce l'abbiamo fatta" . "Mi piace concludere con un megafono,come abbiamo iniziato, perché la politica si fa in mezzo alla gente" ha detto il candidato Pd-Udc davanti al suo comitato."Si continua a fare domande demenziali, come 'con chi ti allei?', 'con chi ti inciuci?'. Non sono uno da inciuci: mi alleo ai giovani siciliani, cui dedico la mia vittoria assieme alle mamme siciliane, come la mia, che mi diceva 'meglio poveri ma onesti' "

Cancelleri candidato del Movimento 5 Stelle: "Entriamo all'Assemblea regionale dalla porta principale, da protagonisti, e ora comincia la parte più difficile". Poi si affretta a ribadire che il Movimento 5 Stelle "non farà alleanze con gli altri partiti all'Assemblea regionale siciliana" e che i deputati del M5S saranno "come le zitelle acide, non andiamo con nessuno" e voteranno "gli atti che riterremo utili alla Sicilia e ai siciliani".

“La vittoria di Rosario Crocetta rappresenta un’ opportunità di cambiamento importante, nel caos del quadro politico siciliano”. Lo dichiara il vice coordinatore di Fli, Fabio Granata. “Il mio sostegno e quello di tanti dirigenti e candidati di Fli può diventare la base di una collaborazione ad un progetto di innovazione e legalità e, insieme all' Udc e agli autonomisti rappresentare un’ area politica molto ampia sulla quale costruire la lista per l'Italia e una alleanza con il Pd che da siciliana può diventare nazionale e vincente”, conclude Granata.

Claudio Fava ammette: "Abbiamo perso e ce ne assumiamo la responsabilità. Ma non hanno vinto nemmeno i siciliani che si sono astenuti e che continueranno a subire le conseguenze di un sistema politico bloccato. Il governo Crocetta, infatti, si muoverà in perfetta continuità con l’infelice stagione politica appena archiviata. La sinistra, rimasta schiacciata tra il non voto e la protesta dei “grillini”, rivela ancora una volta in Sicilia una sua debolezza antica e irrisolta."

Piace a:

Commenti

L'invio dei commenti avverrà esclusivamente attraverso l'utilizzo di Facebook. La pubblicazione di un commento su facebook comporterà anche la pubblicazione dello stesso nel sito. Se l'utente non vuole che ciò che si verifichi occorrerà eliminare il flag nella barra "Pubblica su facebook". Inviando questo commento dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito. La redazione è esonerata da ogni responsabilità.

Condividi

Immagini

crocetta
Proposte d'arredoIncentivi Sicilia