"Porto Palo era diventata una bolgia infernale". L'Amministrazione incontra i gestori dei locali e spiega ai cittadini come si è arrivati all'Ordinanza

Immagine articolo: “Porto Palo era diventata una bolgia infernale“. L'Amministrazione incontra i gestori dei locali e spiega ai cittadini come si è arrivati all'Ordinanza

"Da amministratori del nostro Comune ci interroghiamo spesso su quali scelte fare, per tutelare gli interessi di tutta la collettività  Vorremmo rendere pubblica questa nostra riflessione: L’amministratore deve conformare la sua condotta ai doveri istituzionali di servire la Comunità con diligenza, rettitudine e trasparenza, nel rispetto dei principi del buon andamento ed imparzialità dell’Amministrazione e dei principi di disciplina ed onore nell’adempimento delle funzioni pubbliche sanciti dall’art. 54 della Costituzione.  A tale fine, l’amministratore si impegna a svolgere il suo mandato, evitando situazioni e comportamenti che possano nuocere agli interessi o all’immagine della Pubblica Amministrazione. 

Nell’esercizio del proprio mandato l’amministratore deve operare con imparzialità, assumere le decisioni nella massima trasparenza e respingere qualsiasi pressione indebita rendendola pubblica ed eventualmente, ove ne ricorrano le condizioni, avviando azione penale a tutela della pubblica amministrazione. Vorremmo adesso fare chiarezza su come si è arrivati all’Ordinanza Sindacale n. 36 del 17/07/2020.   

L’amministrazione attuale, continuando la strada intrapresa dalle amministrazioni precedenti, intende perseguire una Crescita Turistica Responsabile e Sostenibile ossia attuare un insieme di pratiche e scelte che non danneggino l’ambiente e che favoriscano uno sviluppo economico durevole, non danneggiando i processi sociali locali, e contribuendo al miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Il turista che sceglie di viaggiare in maniera responsabile, quindi sostenibile, si premura di svolgere attività non nocive per l’ambiente, si impegna a non lasciare tracce del suo passaggio e tende a cercare esperienze ed attività che possano portare benefici al territorio.  Basandosi su tali valori 

1) La Giunta comunale si è riunita al fine di decidere quali fossero le migliori scelte da adottare per l’anno 2020, per la fruizione delle borgate marinare del nostro territorio, anche alla luce delle emergenze sanitare che affliggono il mondo intero. Decidendo quindi istituire un tavolo tecnico con i proprietari delle attività economiche (Bar, ristoranti, pub ecc…) che svolgono l’attività sia in paese che nelle borgate marinare;

2) Istituito il tavolo tecnico si era arrivati alla decisione da parte del Comune di consentire i piccoli intrattenimenti musicali; contestualmente i gestori si erano impegnati ad evitare gli assembramenti e a lasciare tutto lo spazio circostante, il più pulito possibile (di tale accordo di collaborazione era stato redatto apposito verbale) Vedi ordinanza n. 30 del 26 giugno 2020;

3) Accadono gli avvenimenti di Sabato 11 luglio, ossia Porto Palo viene trasformata in una bolgia infernale (parcheggi selvaggi, violazione di norme etico sociali, assembramenti, risse, esercizio abusivo del commercio, deturpazione dell’ambiente…)

4) La Giunta comunale a questo punto torna ad interrogarsi sulla bontà della prima ordinanza, e sul da farsi per evitare lo scempio verificatosi sabato 11 e dunque sui rimedi da porre in essere per evitare che ciò potesse ripetersi;

5) Pertanto la Giunta istituisce un tavolo tecnico con le Forze dell’Ordine e si arriva alla conclusione  che l’Amministrazione comunale rediga una ordinanza più severa, e le forze dell’ordine prestino  maggior attenzione al rispetto delle regole che le norme nazionali e regionali impongono secondo le linee guida anti-Covid;

L’amministratore non può determinare, né concorrere a realizzare con la sua attività amministrativa, situazioni di privilegio personale o di indebito vantaggio e non può usufruirne nel caso gli si presentino.  Questi principi necessitano impulsi non ordinari, che postulano – innanzi tutto – corretti rapporti e convinta collaborazione tra Sindaco, Giunta, Consiglio Comunale ; e – nell’ambito di quest’ultimo – leale dialettica tra maggioranza e opposizione. 

Oggi, in totale spirito di collaborazione, l’amministrazione comunale ha incontrato i gestori delle attività economiche del nostro territorio (che ne hanno fatto richiesta), trovando le soluzioni al fine di dare nuovo slancio al settore turistico all’insegna del rispetto dell’ambiente e del reciproco rispetto di tutti i fruitori del nostro ambito territorio". 

Nota stampa "Siamo Menfi"

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net