Il Comune di Agrigento ha lanciato la mappatura delle barriere architettoniche per redigere il PEBA

Immagine articolo: Il Comune di Agrigento ha lanciato la mappatura delle barriere architettoniche per redigere il PEBA

Amministrazione il territorio è tutt'altro che semplice. L'ultimo periodo ha catalizzato gran parte della doverosa attenzione sui violenti fenomeni atmosferici che hanno portato ai nuovi progetti del Genio Civile per ridurre il rischio di esondazioni in provincia di Agrigento, ma anche un'altra importante operazione di riassetto delle infrastrutture ha mosso i primi passi. 

Parliamo della mappatura delle barriere architettoniche ancora presenti sul territorio, a cui ha dato il la il Comune di Agrigento. Questa operazione rappresenta la fase preliminare del processo di realizzazione del PEBA (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche), ossia uno degli strumenti urbanistici d’importanza cruciale per rendere più fruibile la città e che finora non era mai stato predisposto da alcuna delle precedenti amministrazioni nonostante i 35 anni d’attesa. I primi interessati alla rimozione di questi ostacoli sono i cittadini disabili, che trovano sempre più spazio anche nelle trame di film e serie tv. 

Ha toccato i cuori e le coscienze del grande pubblico la pellicola del 2011 "Quasi amici", diretto da Olivier Nakache e Éric Toledano, che racconta di un ricco francese paralizzato al fianco del suo inseparabile assistente personale, o l’italianissima “Perdiamoci di vista” del 1994, interpretato e diretto da Carlo Verdone al fianco di un’inedita Asia Argento disabile: commedie drammatiche con frequenti spiragli di ironia, che portanno lo spettatore a riflettere sulle difficoltà del quotidiano che deve affrontare una persona diversamente abile. 

Una rappresentazione artistica che mostra quanto possa essere più difficile la vita in presenza di barriere culturali ma anche architettoniche, che coinvolgono persone di ogni età in presenza di qualche deficit e i bambini molto piccoli ancora alla scoperta del mondo circostante. Motivo per cui il Comune di Agrigento ha avviato lanciato l'iniziativa pubblica per la mappatura degli ostacoli architettonici presenti in tutto il comprensorio, pubblicando sul suo sito Internet una sezione dedicata a questo censimento da cui scaricare materiale necessario per la rilevazione e segnalazione da inserire nella piattaforma https://www.mapotic.com/peba-agrigento-accessibile-1. Chiunque è invitato ad  apportare il proprio contributo, inserendo gratuitamente i dati fino al 31 dicembre 2021. 

L'assessore competente, Gianni Tuttolomondo, ha dichiarato: "Dal mio insediamento ad oggi, assieme al Sindaco e a tutta la Giunta, mi sto battendo per rendere la nostra città accessibile a tutti. Abbiamo già aumentato il numero degli stalli, parcheggi riservati ai diversamente abili, iniziato una campagna di sensibilizzazione per l'occupazione abusiva degli stessi e ora ci accingiamo a fare il passo più importante iniziando l'attività per la redazione del PEBA. Abbattere le barriere architettoniche rende la città vivibile agli anziani, alle carrozzine dei bambini piccoli, a chi ha anche temporaneamente difficoltà a camminare, ai disabili".  

RATING

COMMENTI

Condividi su

    Belicenews su Facebook
    ARGOMENTI RECENTI
    ABOUT

    Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
    P.IVA: IT02492730813
    Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
    credits: mblabs.net

    Torna SU