Alla scoperta delle verdure amare tra proprietà e benefici per il nostro corpo

Immagine articolo: Alla scoperta delle verdure amare tra proprietà e benefici per il nostro corpo

Dalla cicoria ai cardi, dalla scarola alla scorzonera, le verdure amare conoscono molte varianti.  Spesso sono poco apprezzate per il loro sapore, ma è un peccato, hanno tante proprietà.  I benefici delle verdure amare  Il sapore amaro tipico di queste verdure è dovuto ai polifenoli, antiossidanti dalle proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, antiaging, cardioprotettive e anticancerogene.  

Le verdure amare sono grandi amiche del fegato, di cui facilitano la depurazione. Riuscire ad alleggerire quest'organo dalle tossine accumulate vuol dire alleggerire tutto l'organismo, recuperare energia e ripulire il sangue: gli effetti si vedono anche sulla pelle, che risulta più luminosa, e sull'alito!  

Il consumo di queste verdure aiuta la digestione (anch'essa può risultare appesantita dai recenti bagordi), grazie alla presenza di enzimi e alla stimolazione degli acidi grassi.  La ricchezza di fibre contribuisce alla regolarità intestinale, liberando l'organismo da altre tossine e mantenendo più in salute l'intestino (e quindi il sistema immunitario).  

Non solo: favorendo la sazietà, le fibre aiutano a perdere un po' del peso accumulato durante le feste.  Capaci di mantenere bassi i livelli di colesterolo, di attivare le funzioni metaboliche e di contribuire al metabolismo dei grassi, queste verdure sono anche grandi alleate delle vie respiratorie, perché dilatano i bronchi, facilitando l'ossigenazione.  

Ma non mancano nemmeno altri nutrienti importanti, come i minerali, quali calcio, ferro e potassio, e le vitamine (in particolare l'acido folico).  

Piccola panoramica amara  

Cime di rapa 

Contengono sostanze solforate con poteri antibatterici e antitumorali, utili per stimolare il metabolismo e la cicatrizzazione dei tessuti.  

Indivia riccia e scarola 

Hanno cespi a foglie crespe (riccia) o lisce (scarola). Buone crude e cotte, sono povere di calorie ma ricche di fibre; contengono potassio e calcio, vitamine  A e C.  

Scorzonera e scorzobianca 

In realtà non sono verdure, ma due radici contraddistinte dal colore e anch'esse caratterizzate dal gusto amaro. Possono essere grattugiate nelle insalate, cotte a vapore o stufate.  Ipocaloriche, contengono inulina, uno zucchero poco assimilabile dall'organismo, dotato di proprietà prebiotiche e adatto anche per chi ha il diabete o è in sovrappeso.  

Le radici hanno poi vitamine del gruppo B e un buon equilibrio sodio-potassio che favorisce la diuresi.  

Le verdure amare in cucina 

Con poche eccezioni, si consumano cotte. Per non perdere i nutrienti, bisogna evitare cotture prolungate. È un peccato bollirle, strizzarle e magari ripassarle anche in padella. Meglio farle a pezzi e stufarle in una casseruola, con poca acqua.  

Per le cime di rapa con le orecchiette bisogna seguire la ricetta, avendo l'accortezza di riutilizzare l'acqua di cottura.  

Dottoressa Graziella Palermo 

Dietista 

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU