Aprire un e-commerce durante l'emergenza coronavirus: ecco perché conviene

Immagine articolo: Aprire un e-commerce durante l'emergenza coronavirus: ecco perché conviene

Il COVID-19 ha determinato un netto aumento delle vendite online. Con esse sono ovviamente aumentati anche gli e-commerce. Coloro che stanno pensando di aprire un negozio online, potranno sfruttare il trend positivo del commercio elettronico e avviare un’attività redditizia.

Tuttavia, creare il proprio business online da zero può risultare più complicato di quello che sembra. Attraverso questo articolo tratteremo quelle che sono le linee guida da seguire per aprire un e-commerce di successo. 

Scegliere nome, prodotto e logistica

Prima di scegliere il prodotto che andrete a vendere online dovrete anche: trovare il nome adatto per il vostro e-commerce, capire qual è la vostra area di interesse, capire cosa manca sul mercato e quali sono i problemi che potreste incontrare facendo una determinata scelta.

Per quanto riguarda il nome, se non avete tempo da dedicare a tale importante decisione, potrete utilizzare il generatore di nomi, un pratico e gratuito programma online che vi consentirà di trovare il nome giusto per la vostra attività online, in un paio di clic.

Il prodotto/servizio che deciderete di offrire rappresenterà il fulcro della vostra attività, pertanto dovrete sceglierlo con cura. Per non sbagliare potrete dare la priorità al settore/prodotto per cui nutrite maggiore interesse. Infatti, se il prodotto suscita il vostro  interesse personale i vostri clienti non potranno che notarlo.

Ricordate inoltre di osservare sempre attentamente le mosse della concorrenza, valutando la loro offerta e il modo in cui si rivolgono al proprio target.

Durante questa delicata fase del vostro progetto dovrete pensare anche alla logistica e agli eventuali finanziamenti. Se desiderate vendere auto avrete bisogno di molto spazio e di alti investimenti. Se invece sceglierete di vendere cosmetici o prodotti di bellezza allora avrete bisogno di meno spazio e di un finanziamento inferiore.

Per immagazzinare, importare prodotti per il vostro e-commerce ed effettuare le spedizioni, oggi potrete scegliere 3 opzioni diverse: Dropshipping, Fulfillment e Just-In- Time (JIT).

Dropshipping

Con il dropshipping i commercianti fungono da intermediari, offrendo prodotti che non possiedono fisicamente. Il guadagno deriva dalla commissione per vendita, (differenza di prezzo fra grossista e cliente). Indicato per i negozi di piccole dimensioni, o che sono appena entrati sul mercato, il dropshipping consente di risparmiare poiché rende completamente superfluo il magazzino.

Fulfillment

Anche in questo caso la maggior parte dei processi avvengono all'esterno dell'azienda. Con il metodo del fulfillment i prodotti venduti saranno di proprietà. Pratico perché consente di avere tutto a portata di mano, questo metodo ha però dei costi di investimento maggiori.

Just-In-Time (JIT)

Con questo metodo logistico i prodotti vengono ordinati solo quando il cliente effettua il suo acquisto. Pur determinando tempi di consegna più lunghi, il JIT, proprio come il dropshipping, non rende necessario il magazzino. Questo metodo è stato progettato per mantenere i costi particolarmente bassi, poiché i prodotti vengono realizzati solo quando effettivamente necessari.

Obblighi legali

Coloro che intendono offrire beni o servizi a scopo di lucro hanno l'obbligo di iscriversi al Registro delle Imprese e alla Camera di Commercio. Inoltre non si potrà aprire un'attività senza la partita IVA.

Nel vostro e-commerce i clienti dovranno poter capire come verranno trattati i loro dati personali. Per tale ragione sarà necessario pubblicare una dichiarazione sulla privacy (e sui cookie).

Coloro che hanno un negozio online dovranno inoltre rispettare tutta una serie di norme. Tali regole, solitamente riportate nelle condizioni generali di contratto del negozio online, dovranno essere lette con attenzione. 

Offrire un'esperienza d'acquisto piacevole

Il vostro obiettivo dovrà essere quello di rendere l'esperienza di acquisto dei vostri clienti il più facile e piacevole possibile. Per migliore la UX, e aumentare le probabilità di fidelizzazione degli utenti, dovrete:

 Evitare i contenuti troppo pesanti che tendono a rallentare il caricamento del sito

 Rendere tutti i link funzionanti

 Rendere il processo di acquisto intuitivo ed efficiente

 Offrire categorie, barra di ricerca e carrello in modo chiaro

 Ottimizzare il check-out

 Utilizzare dei caratteri di facile lettura

 Includere sempre la sezione FAQ.

Offrire più metodi di pagamento

Molti utenti preferiscono non utilizzare la propria carta di credito per effettuare acquisti online. Per essere certi di accontentare tutti i vostri clienti, mettete a loro disposizione più opzioni possibili, come PayPal e altre alternative di pagamento.

Conclusione

Seconde le ultime statistiche, anche dopo la pandemia sarà sempre maggiore il numero di italiani che faranno i propri acquisti online, grazie alla consapevolezza dei vantaggi offerti dal commercio elettronico. Seguendo i consigli che abbiamo raccolto in questo articolo, sarete pronti ad aprire il vostro negozio online e a garantirne la sua crescita.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net