Grazie ad una raccolta fondi su Facebook, trasferito a Innsbrusk il menfitano Pasquale Bonfante

Immagine articolo: Grazie ad una raccolta fondi su Facebook, trasferito a Innsbrusk il menfitano Pasquale Bonfante

Il ventenne Pasquale Bonfante, di Menfi, rimasto gravemente ferito dopo un incidente stradale accaduto il 28 marzo dello scorso anno, oggi è stato trasferito ad Innsbruck, in Austria, presso una nuova struttura all’avanguardia dove potrà iniziare un nuovo ciclo di cure neuro-riabilitative, con la possibilità futura di interventi chirurgici. Tutto questo grazie a una raccolta fondi sui social e grazie ad amici, parenti, associazioni, organizzatori di eventi e negozi che hanno aderito all’appello lanciato dai familiari. Con i fondi raccolti fino ad oggi si potranno coprire le spese mediche per i primi tre mesi.

La degenza in questo centro specializzato austriaco, infatti, ha un costo di circa mille euro al giorno.  Pasquale stava frequentando il quinto anno dell’istituto commerciale di Menfi dove ormai mancavano pochi mesi all’esame di stato. In occasione del centesimo giorno di scuola era stata organizzata una grigliata di classe al termine della quale il giovane, nel tornare verso casa, a causa dell’asfalto viscido, ha perso il controllo della propria auto, scontrandosi frontalmente con un camion.

Le condizioni sono apparse subito gravi. Immediatamente è stato trasportato in elisoccorso a Palermo dove, in stato di coma, ha subito diversi interventi neurochirurgici particolarmente delicati. Nei tre mesi successivi, i suoi parenti sono rimasti in attesa di un miglioramento che, purtroppo, non è mai arrivato.

In seguito è stato trasferito presso un centro riabilitativo in provincia di Parma dove è rimasto fino ad oggi. Le necessità di cura ed assistenza, però, hanno reso indispensabile il ricorso ad un centro con macchinari all’avanguardia. Oggi è stata la sua ragazza, Ilenya Alfano, ad annunciare il trasferimento ad Innsbruck. “Chiunque volesse continuare a contribuire, oppure ad organizzare eventi – dice la giovane – può liberamente farlo con lo scopo di poter proseguire con le cure ed il percorso neuro-riabilitativo.”

Fonte: www.grandangoloagrigento.it

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU