Tassa di soggiorno. Interrogazione della minoranza al Sindaco Mauceri sulle tariffe previste e non solo

Immagine articolo: Tassa di soggiorno. Interrogazione della minoranza al Sindaco Mauceri sulle tariffe previste e non solo

(Fonte multimedia: a_Mare Sicilia)


I sottoscritti Consiglieri Comunali del Gruppo Consiliare “Idea Menfi”, Ezio Ferraro, Sandro La Placa, Vito Clemente, Rossella Sanzone, Andrea Alcuri, ai sensi dell’art. 11 del Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale, presentano la seguente interrogazione, per la quale si chiede risposta scritta:

PREMESSO

Che, con deliberazione n. 64 dell’1/04/2019, su proposta dell’Assessore al Turismo Nadia Curreri, l’Amministrazione Mauceri ha approvato le tariffe dell’imposta di soggiorno anno 2019, con relativi aumenti;

Che, con nota del 06 aprile 2019, gli operatori turistici lamentavano il mancato coinvolgimento in ordine allo stesso adeguamento dell’imposta di soggiorno e l’eccessivo aumento delle tariffe;

Che, l’argomento è stato trattato nella seduta del Consiglio Comunale del 04/06/2019 e, nel corso del dibattito consiliare, questa minoranza ha proposto la revoca della stessa delibera, ritenendo sproporzionato l’adeguamento applicato;

Che, inoltre, questo Gruppo Consiliare ha espresso il parere favorevole ad un adeguamento più contenuto preventivamente concordato con gli operatori del settore e confrontato con le tariffe stabilite nelle altre realtà turistiche siciliane;

Che, sempre durante il dibattito, è stato chiesto all’Assessore Curreri di chiarire le dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa, nel corso delle quali ha affermato che l’attuale imposta adeguata è tra le più basse d’Italia;

Che lo stesso Assessore non ha ritenuto di replicare quando è stato dimostrato da questo Gruppo che la tariffa applicata a Menfi risulta invece essere la più alta di tutte le maggiori realtà turistiche siciliane;

Che nessun componente l’Amministrazione, nonostante diverse sollecitazioni, ha ritenuto opportuno chiarire i criteri adottati per adeguare l’imposta di soggiorno;

Che, peraltro, in data 14 Giugno 2019 l’Amministrazione ha nuovamente convocato in riunione gli operatori turistici, già in parte costituiti in associazione, non avendo la sensibilità istituzionale di coinvolgere il Consiglio Comunale e, dunque, anche questo Gruppo di minoranza con la finalità di avviare un ragionamento di ampia condivisione fuori dalle logiche di appartenenza politica e nella prospettiva di una soluzione unitaria per una tematica di interesse generale;

Che, con la stessa nota del 6 Aprile, gli operatori turistici sollecitavano l’Amministrazione ad avviare attività di verifica delle strutture non qualificate, evitando in tal modo la concorrenza sleale;

Che, a seguito di ciò, come emerso anche nel corso del dibattito consiliare, l’Amministrazione ha avviato una attività di verifica delle strutture non qualificate;

Che né il Sindaco né l’Assessore Curreri hanno ritenuto opportuno fugare in Consiglio legittimi dubbi e perplessità in ordine all’osservanza della legge sulla trasparenza che riguarda gli Amministratori;

Che, invece, con le dichiarazioni rese, a mezzo stampa, il Sindaco Marilena Mauceri ha lasciato intendere che, con la propria azione politica, la minoranza cerca di gettare ombre ingiustificate e che trova il pretesto per spostare l’attenzione su illazioni prive di fondamento;

Che, con comunicato stampa del 7 giugno 2019, questo Gruppo Consiliare ha invitato il Sindaco e l’Assessore Curreri, atti alla mano, ad un pubblico confronto televisivo, affinché la città potesse essere compiutamente e correttamente informata sulla complessiva vicenda relativa all’adeguamento dell’imposta di soggiorno;

Che né il Sindaco, né l’Assessore al Turismo hanno ritenuto opportuno cogliere l’occasione dell’invito per fornire, anche informalmente, i chiarimenti alla città e per consentire ai Consiglieri di questo Gruppo di dimostrare che i dubbi e le perplessità manifestati in Consiglio sono conseguenza di lettura di atti e non certo di illazioni prive di fondamento e ombre ingiustificate;

Che questo Gruppo Consiliare, a seguito delle dichiarazioni rese dal Sindaco attraverso gli organi di stampa, non può lasciare nel silenzio tali gratuite espressioni né può far passare il messaggio tra la comunità menfitana di operare utilizzando argomentazioni pretestuose e prive di fondamento;

Che, pertanto, al fine di ripristinare la verità dei fatti, nel rispetto della dignità personale dei componenti di questo Gruppo Consiliare e del ruolo di indirizzo e controllo che democraticamente i cittadini menfitani hanno conferito

CHIEDONO

- Di chiarire i criteri adottati per l’adeguamento dell’imposta di soggiorno;

- Di chiarire se le tariffe applicate nelle altre realtà turistiche siciliane (es. Taormina, Cefalù, Mazara del Vallo, Castellammare del Golfo, San Vito Lo Capo, Sciacca, Castelvetrano ecc,) sono più alte o più basse rispetto a quelle locali;

- Di conoscere le risultanze della riunione del 14/06/2019 e le decisioni da essa scaturite, avendo cura di precisare le eventuali proposte avanzate dagli stessi operatori turistici;

- Di chiarire a quali dichiarazioni del Gruppo Consiliare Idea Menfi faceva riferimento il Sindaco Mauceri nel comunicato stampa del 5 giugno 2019, quando ha affermato che il Gruppo di Minoranza “cerca di gettare ombre ingiustificate e che trova il pretesto per spostare l’attenzione su illazioni prive di fondamento”, con invito a precisare, tramite documentazione, qual è, invece, la verità in merito, dalla data del suo insediamento (11/06/2018) alla data della sollecitazione degli operatori turistici (06/04/2019).

In attesa di risposta scritta si porgono cordiali saluti Menfi 19/06/2019

Vito Clemente, Ezio Ferraro, Sandro La Placa, Rossella Sanzone, Andrea Alcuri.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU