“Un passo dal cielo 7”, domani l’attrice menfitana Giusy Buscemi ritorna nei panni di Manuela Nappi su Rai1

Immagine articolo: “Un passo dal cielo 7”, domani l’attrice menfitana Giusy Buscemi ritorna nei panni di Manuela Nappi su Rai1

L’attrice di Menfi Giusy Buscemi (Miss Italia 2012), tornerà sul piccolo schermo domani, 30 Marzo 2023, su Rai1, nella fiction “Un passo dal cielo 7”.

Sarà protagonista nel ruolo di “Manuela Nappi”, sorella del commissario di polizia “Vincenzo Nappi”, interpretato da Enrico Ianniello.

Le riprese sono state girate nel Veneto, sopratutto a San Vito di Cadore, a ridosso del lago di Mosigo, tra “panorami magici” delle Dolomiti del Cadore, come le 5 Torri, il lago di Misurina, la Faloria, il passo Giau e Falzarego.

La regia è di Enrico Ianniello e Laszlo Barbo, con la sceneggiatura di Mario Ruggeri, Carlo Mazzotta e Alberto Vignati.
Nella nuova fiction, dopo l’addio di Daniele Liotti (“Francesco Nappi”), si registrano i nuovi arrivi: Giorgio Marchesi, Marco Rossetti, Leonardo Pazzagli e Giulia Vecchio (“Adele Sarto”).

Conferme invece per Serana Iansiti (“Carolina”) e Gianmarco Pozzoli (“Huber”).
Ritorno sul set di “Un passo dal cielo” invece per Rocio Munoz Morales.
Sono tre invece i nuovi personaggi maschili: Nathan (“L’uomo degli orsi”), Gregorio Masiero (“scultore solitario”) e Luciano Paron (“allevatore locale”).

“A un Passo dal cielo 7” andrà in onda ogni giovedì, in prima serata, per 8 puntate, per un totale di 16 episodi, fino a Maggio 2023.

Sei tornata sul set dopo l’esperienza di DOC Nelle tue mani, cosa hai provato?

“Il set è sempre magico e sempre nuovo. Non vedevo l’ora di ritrovare la famiglia di Un passo dal cielo”.

Sul set, dopo avere partorito il terzo figlio Elia Maria, hai avuto tanta forza e tanto coraggio no?

“Forse più coraggio che forza! Sono tornata sul set dopo quasi un mese. È stata fondamentale l’organizzazione, i miei figli grandi hanno anche iniziato la scuola a San Vito di Cadore, in montagna. E poi non avrei potuto fare nulla senza l’aiuto della mia famiglia, delle babysitter e soprattutto di mio marito. Posso dire di essere stata molto fortunata. Non è stata una lavorazione semplice, ma anche questo è il bello. Devo ringraziare la produzione Lux, i registi e i colleghi tutti”.

In questa nuova serie di “Un Passo dal cielo” sei protagonista assoluta assieme a Enrico Ianniello.

“Credo che la vera protagonista di questa serie sia la natura, con le meravigliose montagne delle Dolomiti e i bellissimi paesaggi mozzafiato che hanno fatto da scenario alle nostre riprese. Tuttavia - continua Buscemi - quest’anno è bellissimo il rapporto dei fratelli Nappi. Come nelle migliori famiglie si litigherà, ci saranno i battibecchi, poi si farà pace. Vincenzo vive una situazione amorosa che ogni tanto Manuela coglie e, allo stesso modo, anche Manuela ha le sue situazioni amorose. Entrambi nelle indagini rappresenteranno il poliziotto “buono” e quello “cattivo”.

ll tuo rapporto sul set con i nuovi personaggi maschili?

“Sì ci saranno diverse new entries quest’anno. Nathan, l’uomo degli orsi, interpretato da Marco Rossetti, che aiuterà Manuela Nappi nello svolgimento delle indagini, e Gregorio, un’artista vedovo con un figlio piccolo, che in qualche modo entrerà nella vita di Manuela. E Luciano Paron, allevatore delle valli della zona (interpretato da Giorgio Marchesi), che minaccerà l’ambiente. Ma ci saranno anche tanti ritorni e tanti personaggi presenti fin dalla prima stagione, come il simpatico Huber (Gianmarco Pozzoli). Con tutti i colleghi attori ho creato relazioni speciali”.

Puoi fare alcune anticipazioni sulla nuova serie?

“Anche se è una settima stagione, troveremo tantissime novità. Manuela tornerà a San Vito di Cadore, con la sia indipendenza tanto desiderata, non più agente di polizia ma ispettore e con un segreto che la tormenterà sul campo investigativo. Ha acquisito nuove competenze, come utilizzare la prossemica a suo vantaggio”.

E nel frattempo ti sei anche laureata.

“Si, anche se ci sono voluti 10 anni per conseguire una triennale, sono felicissima del percorso fatto. Nel corso di questa carriera universitaria ho finalmente imparato a studiare per il piacere di imparare e non per l’ansia da prestazione o per il volere solo prendere un buon voto”.

E adesso, cosa ti attende?

“Presto tornerò in Sicilia per iniziare una nuova serie da protagonista. È un bellissimo progetto tutto siciliano. Ne approfitterò per stare un po’ con la mia famiglia, porterò con me anche i bambini”.

E a Menfi quando torni?

“Torno spesso, anche improvvisando viaggi. Menfi rimane sempre casa. Quest’anno sono felice, inoltre, che sia stata proclamata città del vino 2023. In questi giorni sto cercando anch’io di capire come potere dare il mio piccolo contributo per onorare questo grandissimo riconoscimento al mio paese”.

RATING

COMMENTI

Condividi su

    Belicenews su Facebook
    ARGOMENTI RECENTI
    ABOUT

    Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
    P.IVA: IT02492730813
    Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 344 222 1872
    Privacy PolicyCookie Policy
    credits: mblabs.net