Montevago, a 103 anni va in campagna e incontra gli amici al bar. Storia di "lu ziu Ciccio Migliore"

Immagine articolo: Montevago, a 103 anni va in campagna e incontra gli amici al bar. Storia di “lu ziu Ciccio Migliore“

A 103 anni a passeggio per la città e non disdice di andare anche a lavorare in campagna. Lo abbiamo incontrato per caso mentre passeggiava in Corso del Popolo. Storia di "lu ziu Ciccio Migliore".

Lo zio Ciccio Migliore, nonostante la sua veneranda età, quasi 103 anni lo vedi di pomeriggio passeggiare per la città e di buon mattino ancora andare in campagna a curare gli interessi della sua terra. In campagna va anche con la zappa ad estirpare quella gramigna fastidiosa che infesta il suo orto. Il prossimo 22 settembre saranno 103 anni.

A chi lo sfida sulle lingue lui risponde anche in inglese, forte dei suoi ricordi di quando fu prigioniero in Inghilterra durante la seconda guerra mondiale. Ma non disdice neanche lo spagnolo. Fu infatti emigrato in Venezuela per alcuni anni dopo la guerra.

Lo zio Ciccio Migliore è una persona sempre allegra e con la battuta pronta. Non ha mancato mai un appuntamento elettorale. Compito che assolve con i suoi piedi senza ausilio di accompagnatori e suggeritori. Ama camminare e ogni giorno trascorre qualche ora al bar (Elios o La Torre) a chiacchierare, bere una birra e, nonostante da tutti sconsigliato, a fumare qualche sigaretta. Ha due figli: Giuseppe e Maria e cinque nipoti.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net