Montevago, consiglio comunale approva 'Riconoscimento stato di calamità naturale per i danneggiamenti subiti a seguito degli eventi meteo avversi del 2-3-4 Novembre 2018'

Immagine articolo: Montevago, consiglio comunale approva 'Riconoscimento stato di calamità naturale per i danneggiamenti subiti a seguito degli eventi meteo avversi del 2-3-4 Novembre 2018'

Il Consiglio comunale approva Mozione per il "Riconoscimento stato di calamità naturale per i danneggiamenti subiti a seguito degli eventi meteo avversi del 2-3-4 Novembre 2018"  Nel corso dell'ultima seduta consiliare del 29 novembre scorso è stata approvata all'unanimità la proposta di deliberazione del Presidente del Consiglio Comunale avente oggetto: “Riconoscimento stato di calamità naturale per i danneggiamenti subiti a seguito degli eventi meteo avversi del 2-3-4 Novembre 2018- MOZIONE".

In dettaglio il civico consesso dopo aver espresso "in maniera unanime la propria gratitudine e riconoscenza:

• Ai Vigili del Fuoco del Nucleo SAL Fluviale di Palermo;

• Ai Vigili del Fuoco della 1aPartenza del Comando Centrale di Palermo;

• Al Comando della Stazione dei Carabinieri di Montevago;

• Alla Polizia Locale;

• All'Amministrazione Comunale nella sua interezza;

per le azioni messe in atto a seguito degli eventi meteo avversi che nei giorni del 2,3 e 4 novembre scorso hanno interessato la nostra comunità ed il nostro territorio provocando ingenti danni ha impegnato:

1. il Sindaco e la Giunta affinché continuino ad interloquire con le Istituzioni Competenti al fine di consentire il ripristino delle strutture e delle infrastrutture pubbliche e private danneggiate, nonché ad agevolare il ristoro economico dai danni subiti dalle aziende agricole, dalle attività economiche e produttive quali il complesso ricettivo e termale delle Terme Acqua Pia e da tutti gli edifici pubblici e privati;

2. In particolare, l’Amministrazione Comunale a sollecitare la Giunta di Governo Regionale, l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, la  Direzione Generale di Protezione Civile Regionale e gli enti competenti in materia di programmazione, realizzazione e gestione degli interventi per l’esecuzione di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria del demanio idrico fluviale affinché attuino al più presto tutte le misure necessarie a prevenire le esondazioni del fiume Belìce, per evitare, in ultima analisi, che le stesse si traducano in pericolo per la incolumità delle persone e che producano danno alle colture ed alle attività economiche del nostro territorio".

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU