Montevago, stipulato atto di transazione da 360mila euro tra il Comune e un cittadino

Immagine articolo: Montevago, stipulato atto di transazione da 360mila euro tra il Comune e un cittadino

Stipulato un atto di transazione tra il Comune di Montevago e un cittadino.

La querelle tra le parti nasce nel 2011 quando il Comune, nell’ambito del progetto per i “Lavori per la realizzazione delle opere di urbanizzazione ed infrastrutture a servizio del Piano per gli insediamenti produttivi artigianali di Montevago”, espropriava dei terreni di proprietà del Sig. G.D.G..

L’area espropriata ammontava a 30.288 mq  e l’indennità di esproprio veniva quantificata dal Comune, che aveva nel frattempo chiesto un parere alla Commissione Provinciale Espropri di Agrigento, in €. 238.518,00.

Tale somma però non veniva accettata dal proprietario che, nel 2015, presentava, innanzi la Corte di Appello di Palermo, ricorso di opposizione alla stima dell’indennità di esproprio.

Nelle more l’Amministrazione Comunale procedeva a bandire una gara di appalto per la realizzazione delle “Opere di urbanizzazione ed infrastrutture del P.I.P.” che veniva vinta dall’A.T.I.  “Pisciotta Costruzioni” s.r.l..

Nel giudizio innanzi la Corte di Appello di Palermo, nel quale il Comune si costituiva ritualmente, veniva nominato un C.T.U. che veniva incaricato dai Giudici di calcolare l’effettivo ammontare dell’indennità di esproprio. Nella sua relazione conclusiva, il C.T.U. individuava in €. 333.168,00 l’ammontare dell’indennità di esproprio, partendo dal valore di mercato di € 11/mq.

Al fine di addivenire ad un accordo transattivo, il Comune ha chiesto all’avvocato dell’Ente un parere in merito. Quest’ultimo, in ragione dell’attività svolta e alla luce della relazione depositata dal consulente, ha avuto motivo di ritenere che la Corte di Appello di Palermo non possa che aderire alle determinazioni economiche del C.T.U. per la somma di €. 333.168,00, somma su cui andrà calcolata inoltre, l’indennità annua di occupazione dell’8,33% e gli interessi legali, per un ammontare complessivo di oltre €. 530.000,00.

Il Comune di Montevago ha cercato dunque di concludere transattivamente la questione e, a seguito di proposte e controproposte, le parti hanno raggiunto un accordo finale che soddisfa tutti: per l’Ente rispettosa del principio di economicità,  per la controparte che avrà la certezza sui tempi di pagamento delle somme.

Il Comune di Montevago corrisponderà al sig. G.D.G. la somma complessiva di €. 360.000,00 nel modo seguente:

- €. 190.000,00 somma già depositata presso la Cassa Depositi e Prestiti, che sarà corrisposta entro 30 gg. dall’attivazione dell’accordo e comunque nei termini tecnici di 60 gg., a decorrere dall’approvazione della proposta transattiva;

- €. 130.000,00 entro il 31 luglio 2019, facendo presente che tale somma è disponibile mediante un mutuo che quest’Amministrazione ha assunto con la Cassa Depositi e Prestiti, alla quale si dovrà trasmettere l’atto transattivo per l’erogazione;

- €. 40.000,00 entro il 30.06.2020.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU