Poggioreale, conclusa l'esercitazione internazionale della protezione Civile

Immagine articolo: Poggioreale, conclusa l'esercitazione internazionale della protezione Civile

Per 48 ore “non stop”, senza soluzione di continuità, la Città Antica di Poggioreale (gravemente danneggiata dai tragici eventi sismici del gennaio 1968) è stata stretta d’assedio. Protagonisti: 191 persone esperte, distribuite in 4 squadre, che hanno dato vita all’esercitazione internazionale di Protezione civile denominata: ”Modex 2019”, tenutasi dal 16 al 19 luglio 2019.L’evento è stato organizzato da un Consorzio Europeo a guida tedesca comprendente naturalmente anche l’Italia attraverso la Protezione Civile Nazionale e il Corpo Nazionale dei Vigli del Fuoco.Le operazioni preliminari dell’esercitazione sono cominciate presso l’aeroporto di Trapani Birgi alle ore 14,00 del 16 luglio.

Qui sono state effettuate le operazioni di sdoganamento e di controllo passaporti e materiali per i partecipanti.Poi la colonna dei mezzi meccanici scortati si è mossa in direzione di Poggioreale.Ma i riflettori sull’esercitazione internazionale si sono “accesi” mercoledì 17 luglio all’interno della Città Antica di Poggioreale. All’opera (solo in alcune zone messe in sicurezza nei giorni scorsi) le squadre di “esperti USAR, ricerca e soccorso in casi di emergenza, provenienti dall’Inghilterra, Francia, Repubblica Ceca, Marocco più 6 istraeliani. In dettaglio, all’ora “X”, è scattata la “simulazione” tra le rovine di Poggioreale.

Alla ricerca, con l’aiuto delle unità cinofili, di circa trenta persone, rimaste intrappolate e ferite tra le macerie, a seguito di una forte scossa di terremoto. Con il preciso obiettivo di “meglio preparare gli operatori dell’emergenza a compiere le scelte più efficaci al fine di salvare vite umane e mettere in sicurezza il patrimonio artistico-culturale, a seguito di un gravissimo disastro. E come già accaduto con la prima esercitazione del 2016 (allora vi parteciparono squadre di ricerca e soccorso di Belgio, Olanda e Algeria) anche quest’anno l’esercitazione proprio a livello mondiale si è tenuta in un posto-definito dagli addetti ai lavori: ”vero, con strade ed edifici che rievocano la sua storia e il suo vissuto”. Oltre alle 4 squadre di esperti-soccorritori hanno preso parte all’esercitazione personale militare di Carabinieri, Esercito, Polizia, Guardia di Finanza, Aeronautica.

Unitamente ad esperti “civili” della Soprintendenza ai Beni Culturali, delle Nazioni Unite, della Commissione Europea e dell’Unesco. Ma per favorire una buona riuscita dell’esercitazione inoltre hanno lavorato freneticamente almeno 200 persone, gran parte Vigili del Fuoco provenienti da tutti i comandi d’Italia. Impiegati in tutto 40 mezzi meccanici, montate 25 tende più due cucine da campo. All’esercitazione Modex 2019 ha partecipato anche il Prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi, accompagnato da Guido Parisi, direttore del Servizio Emergenza del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Calogero Foti direttore regionale Protezione Civile, Sergio Alessandro dirigente generale dell’Assessorato Regionale Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. Il Prefetto Ricciardi arrivato sul posto  ha “simulato” il suo intervento chiedendo alle squadre in azione informazioni sulle attività che stavano svolgendo. “Appena sono entrato all’interno della Città Antica di Poggioreale-ha evidenziato il Prefetto Ricciardi-ho provato una forte emozione.

Avevo davanti ai miei occhi lo scenario di quei tragici e luttuosi eventi sismici di 51 anni fa. Poi, sono rimasto davvero felice, contento ed onorato, nella mia qualità di rappresentante dello Stato, nel constatare come tutte le squadre operavano nell’esercitazione. Una iniziativa fondamentale per migliorare sempre di più le operazioni di pronto intervento, soccorso e prevenzione nei casi di calamità. Nello specifico-prosegue il Prefetto- dell’esercitazione di Poggioreale, mi preme rivolgere un sentito plauso al suo sindaco Cangelosi che già in un anno dalla sua elezione ha partecipato a quattro esercitazioni di Protezione Civile non lesinando aiuti materiali ed operativi agli attori dell’esercitazione.

Il sito della Città Antica di Poggioreale-conclude il Prefetto-va sicuramente rivalutato e meglio pubblicizzato su larga scala”. Raggiante il sindaco di Poggioreale Girolamo Cangelosi per il notevole successo dell’esercitazione internazionale Modex. Come amministrazione comunale siamo molto soddisfatti-rimarca il sindaco-per avere messo a disposizione per l’ennesima volta il sito della nostra Città Antica. Nonostante siano luoghi legati a ricordi tragici e luttuosi siamo orgogliosi di metterli a disposizione per esercitazione di protezione civile. Al fine di migliorare i tempi di intervento per il recupero e il soccorso di persone in casi di catastrofi. Colgo l’occasione-prosegue il sindaco-per sottolineare il proficuo lavoro in sinergia tra amministrazione comunale, Protezione civile Nazionale, Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, Assessorato Regionale Beni Culturali”.

Peraltro l’effettuazione della seconda esercitazione internazionale è servita a celebrare l’ennesimo, importante riconoscimento per la Città Antica di Poggioreale. Il sito, infatti, é stato ritenuto idoneo per l’addestramento al “soccorso su macerie per le unità cinofile del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco”. Il riconoscimento è arrivato dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile che opera in seno al Ministero dell’Interno. Il sipario sull’esercitazione internazionale di Protezione Civile Modex 2019 è calato la sera del 18 luglio con il “social event” tenutosi nel nuovo centro abitato, all’interno di piazza Autonomia Siciliana.

Un “simpatico, allegro, divertente, frizzante momento conviviale,musicale- canoro e di saluto” tra i protagonisti dell’esercitazione e la cittadinanza di Poggioreale. L’esercitazione di Protezione Civile è stata completamente finanziata dalla Commissione Europea.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU