Poggioreale, incontro tra il sindaco Cangelosi e il Direttore del Parco archeologico di Segesta per rilanciare e valorizzare la zona archeologica di Monte Castellazzo

Immagine articolo: Poggioreale, incontro tra il sindaco Cangelosi e il Direttore del Parco archeologico di Segesta per rilanciare e valorizzare la zona archeologica di Monte Castellazzo

Pianificare una serie di strategie per “rilanciare e valorizzare appieno” la zona archeologica di Monte Castellazzo che sovrasta il vecchio centro abitato di Poggioreale, gravemente danneggiato dal terremoto del gennaio 1968. E’ la chiave di lettura del 1° incontro operativo che si è celebrato all’interno della sede municipale tra il sindaco di Poggioreale Girolamo Cangelosi e il Direttore del Parco archeologico di Segesta Rossella Giglio.

A seguito dell’ultima operazione di riordino dei dipartimenti da parte della Regione Siciliana, l’area demaniale della zona archeologica di Monte Castellazzo fa parte a pieno titolo del Parco Archeologico di Segesta. Le diverse campagne di scavi che in passato sono state effettuate sul Monte Castellazzo di Poggioreale hanno portato alla luce un “Centro Protostorico del 7-6 secolo a.C. aperto alle influenze di diverse civiltà". In particolare quella: ”Elima”. E durante i lavori sono stati rinvenuti numerosi reperti di pregiato valore storico- architettonico. Tutte preziose testimonianze che attualmente sono custoditi a Selinunte, ma che presto potrebbero tornare a Poggioreale.

Infatti proprio in questi giorni, il comune di Poggioreale ha manifestato ufficialmente la propria volontà a mettere a disposizione del Parco archeologico di Segesta dei locali idonei per potere ospitare i reperti portati alla luce negli anni sul Monte Castellazzo. Preciso intendimento che il sindaco Girolamo Cangelosi ha ribadito al direttore del Parco Archeologico di Segesta Rossella Giglio. “Prendiamo atto con estremo compiacimento-evidenzia il direttore Giglio-della messa a disposizione da parte del comune di Poggioreale di locali adeguati per ospitare i reperti di Monte Castellazzo. All’interno di questi edifici saranno individuati-aggiunge Giglio-anche gli spazi espositivi e quelli da destinare all’attività di studio dei reperti stessi”.

Un incontro questo di Poggioreale che, in pratica, ha sancito l’inizio di un rapporto di proficua, efficiente ed efficace collaborazione tra comune e Direzione del Parco di Segesta. “Il comune di Poggioreale- prosegue il direttore Giglio-potrà ottenere solo benefici ora che si ritrova sotto il “manto” del Parco di Segesta. E non a caso tra le pieghe del nostro bilancio sono già state stanziate delle somme da destinare per il rilancio della zona archeologica di Monte Castellazzo. Ma dobbiamo essere tutti operativi subito e al massimo per sfruttare le risorse disponibili”.

Inoltre la gestione dell’area demaniale di Monte Castellazzo potrà prevedere anche la progettazione di “campi di studio” per giovani studenti da tenersi sia presso il sito archeologico di Monte Castellazzo che negli edifici comunali che andranno ad ospitare i reperti.Poi tra gli obiettivi principali dei vertici del Parco di Segesta vi è quello della creazione di “un viaggio archeologico itinerante” che partendo dall’area demaniale di Segesta tocchi Poggioreale  per poi passare a Contessa Entellina e Grotte di Custonaci.

La riunione di Poggioreale è stata naturalmente salutata con molta positività dagli amministratori comunali di Poggioreale. “Stiamo iniziando a percorrere -spiega il sindaco Girolamo Cangelosi- la via sapientemente tracciata dal nostro compianto ex Assessore Regionale ai Beni Culturali Sebastiano Tusa-Una via che attraverso la considerevole sinergia tra comune di Poggioreale, Parco Archeologico di Segesta ed Assessorato Regionale Beni Culturali porterà sicuramente al rilancio, alla valorizzazione e alla fruizione della nostra zona archeologica di Monte Castellazzo”.

All’incontro di Poggioreale ha partecipato anche il professore Gioacchino Falsone,ex docente universitario, originario di Poggioreale, memoria storica della zona archeologica di Monte Castellazzo, per diversissimi anni direttore di tutte le campagne di scavo effettuate. Nella foto da sinistra:il sindaco Girolamo Cangelosi, il direttore del Parco Archeologico di Segesta Rossella Giglio, Gioacchino Falsone.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU