Poggioreale, Salaparuta e Santa Ninfa si uniscono al cordoglio per la scomparsa dell'Assessore Tusa

Immagine articolo: Poggioreale, Salaparuta e Santa Ninfa si uniscono al cordoglio per la scomparsa dell'Assessore Tusa

Profonda commozione ha destato nei tre centri belicini di Poggioreale, Salaparuta e Santa Ninfa la tragica scomparsa dell’Assessore Regionale dei Beni Culturali Sebastiano Tusa che era sull’aereo precipitato ieri mattina ad Addis Abeba, in Etiopia. A Poggioreale il sindaco Girolamo Cangelosi ha espresso tutto il suo cordoglio e dell’intera amministrazione comunale in un telegramma inviato ai vertici del governo regionale.

Costernato per la tragica scomparsa dell’Assessore Sebastiano Tusa -scrive il sindaco Cangelosi- esprimo sentimenti di profondo cordoglio”. Sulla stessa lunghezza d’onda si è sintonizzato il messaggio del sindaco di Salaparuta Michele Saitta. “Ci uniamo al dolore della famiglia -si legge in un comunicato del sindaco Saitta- dell’assessore Tusa sempre presente nel territorio della Valle del Belice e promotore dei piccoli patrimoni culturali dimenticati.

L’Assessore Regionale Sebastiano Tusa ha visitato i ruderi di Poggioreale e la zona archeologica di Monte Castellazzo il 13 maggio dello scorso anno. Venne ricevuto dal sindaco Lorenzo Pagliaroli e dal presidente dell’Associazione Poggioreale Antica Giacinto Musso.”Sono venuto qui -ha esclamato allora l’assessore Tusa- per rendermi conto delle problematiche, delle criticità ma anche delle eccellenze che riguardano questi due importantissimi siti storico-culturali di Poggioreale. Questi incontri peraltro sono rilevanti per sentirti vicino a chi lavora, ritengo che il contatto umano sia fondamentale”.

Per quanto concerne la zona archeologica di Monte Castellazzo (sito “Sicano-Elimo” risalente all’VIII-VI secolo a.c.) è orientamento dell’Assessore Tusa di affidare i lavori di pulizia dell’intera area al Corpo Forestale. In passato, nella zona di Monte Castellazzo sono state organizzate diverse campagne di scavi che hanno portato alla luce numerosi reperti archeologici. Da Poggioreale l’assessore Sebastiano Tusa si è spostato ai ruderi di Salaparuta. Qui venne ricevuto dal sindaco Michele Saitta. La visita venne promossa dall’Associazione PAM (Prima Archeologia del Mediterraneo) di Partanna.

Il sindaco di Santa Ninfa, Giuseppe Lombardino, a nome suo e dell'intera amministrazione comunale, esprime il più profondo cordoglio per la tragica scomparsa dell'assessore regionale ai Beni culturali Sebastiano Tusa: “Un uomo di straordinaria cultura ed intelligenza; un profondo conoscitore del territorio e della sua storia. Per il mondo dell'archeologia, per la Sicilia tutta è una perdita immensa”.

Tusa, legato a Santa Ninfa anche per ragioni familiari, aveva seguito passo passo la creazione del museo della preistoria ospitato al castello di Rampinzeri ed inaugurato, alla sua presenza,  nell'ottobre dell'anno scorso. A settembre aveva invece partecipato, sempre al castello di Rampinzeri, alla prima edizione del “Sikano fest”, la rassegna di arte e cultura che aveva, idealmente, tenuto a battesimo.

Nella foto Sebastiano Tusa tra i ruderi di Poggioreale.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU