Salaparuta, approvato all'unanimità in consiglio comunale, ordine del giorno per la difesa dell'Ospedale di CVetrano

Immagine articolo: Salaparuta, approvato all'unanimità in consiglio comunale, ordine del giorno per la difesa dell'Ospedale di CVetrano

Dopo il comune di Santa Ninfa anche il comune di Salaparuta ha approvato all’unanimità, nella seduta dello scorso 5 novembre, l’ordine del giorno in “difesa del presidio ospedaliero di Castelvetrano”. Il documento è stato presentato dal presidente del consiglio comunale Antonino Cinquemani. Alla seduta hanno presenziato anche: il presidente del consiglio comunale di Castelvetrano Patrick Cirrincione, i capigruppo consiliari Francesco Casablanca, Antonio Manuzza, Rosalia Milazzo e il consigliere comunale Giovanni Craparotta.

“Il consiglio comunale di Salaparuta-è scritto nella parte finale del documento-ritiene indispensabile, allo stato attuale, di procedere ad una deroga della legge Balduzzi per il mantenimento degli attuali standard sanitari sul territorio quanto meno soprassedendo, in attesa di altro intervento legislativo, dal trasferimento di reparti presso altri nosocomi e/o dalla declassificazione delle strutture sanitarie attualmente presenti. Inoltre si impegna il comune di Salaparuta a proseguire l’azione a tutela del nosocomio di Castelvetrano”.

Per i consiglieri comunali di Salaparuta occorre ricordare che il P.O. di Castelvetrano si trova al centro della Valle del Belice, progettato e costruito per servire un vasto territorio ad alto rischio sismico. Territorio classificato come zona sismica di II grado. Per cui appare quanto meno inopportuno-sottolineano i consiglieri comunali di Salaparuta- che un piano di riordino territoriale colpisca deliberatamente questo territorio ed un presidio sanitario che potrebbe essere indispensabile nella nefasta ipotesi di altro disastro sismico come quello che ha colpito le nostre comunità nel 1968”. Poi avanza la preoccupazione riferita allo spostamento di alcuni importanti reparti come la terapia intensiva e rianimazione ed il reparto di oncologia verso altri nosocomi.

L’ospedale ”Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano serve i comuni di Castelvetrano, Campobello di Mazara, Partanna, Santa Ninfa, Poggioreale, Salaparuta, Gibellina. E quelli agrigentini di: Montevago, Santa Margherita di Belice, Menfi ed altri centri. Con un’utenza di circa 100.000 abitanti che aumentano esponenzialmente nel periodo estivo. La sua struttura è ancora nuova, costruita con i moderni criteri di offerta sanitaria, Con un”eliporto” abilitato ad essere operativo anche di notte.

Copia dell’ordine del giorno approvato dal consiglio comunale di Salaparuta sarà inviata al Governatore della Regione Siciliana, all’Assessore Regionale alla Salute ed al Ministro della Salute.Da registrare che ad inizio di seduta del consiglio comunale di Salaparuta, su proposta del presidente Antonino Cinquemani è stato osservato un minuto di silenzio per i tre Vigili del Fuoco: Matteo Castaldo, Marco Triches, Antonio Candido, morti nell’esplosione della cascina a Quargnento, in provincia di Alessandria.

Nella foto i consiglieri comunali partecipanti alla seduta. 

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU