Salaparuta, cerimonia per la consegna della cittadinanza onoraria nel ricordo dell’Onorevole Grillo

Immagine articolo: Salaparuta, cerimonia per la consegna della cittadinanza onoraria nel ricordo dell’Onorevole Grillo

Si è tenuta ieri mattina, nell’aula consiliare del comune di Salaparuta, la cerimonia di consegna della “cittadinanza onoraria post-mortem” all’onorevole Salvatore Grillo, già sindaco di Salaparuta.
Per l’occasione era presente il figlio del compianto onorevole Salvatore Grillo, l’onorevole Massimo Grillo, attuale sindaco di Marsala.
Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato dal sindaco di Salaparuta Vincenzo Drago e dal presidente del consiglio comunale Antonino Cinquemani. Questa la motivazione della cittadinanza onoraria: “Quale riconoscimento del contributo profuso nell’affermare con competenza ed autorevolezza i principi della legalità e della giustizia sociale fondamento della nostra cultura democratica e solidale. Per l’impegno e la determinazione nell’affrontare momenti di difficile gestione amministrativa attivando tutte le energie possibili sia come politico che come uomo”. L’onorevole Salvatore Grillo è stato sindaco di Salaparuta dal 1975 al 1980. E particolare curioso, evidenziato a fine cerimonia dal figlio Massimo: “Papà domani 15 ottobre 2022 avrebbe compiuto 100 anni di età e per lui sarebbe stato una doppia festa”.  
Il consiglio comunale di Salaparuta aveva approvato il “conferimento della cittadinanza onoraria all’onorevole Salvatore Grillo post-mortem” lo scorso 1 giugno 2022. Mentre la giunta comunale si era espressa positivamente  nella seduta del 26 aprile 2022 dando mandato al sindaco di proporre l’atto al consiglio comunale.

La cerimonia di ieri è stata aperta dal presidente del consiglio comunale Antonino Cinquemani che ha minuziosamente  illustrato il “percorso piuttosto travagliato” che ha portato al conferimento della cittadinanza. Rapido ed efficace il suo excursus sull’operato politico-amministrativo dell’onorevole Salvatore Grillo e del figlio Massimo “Alla fine siamo tutti profondamente soddisfatti-ha evidenziato Cinquemani-l’onorevole Salvatore Grillo questa mattina ci ha guardato compiaciuto da lassù. E questa sacralità del ricordo non fa altro che rafforzare l’affetto della comunità di Salaparuta  nei confronti della famiglia dell’onorevole Salvatore Grillo”.  
I saluti e i ringraziamenti a tutti i presenti in aula sono stati espressi dal sindaco di Salaparuta Vincenzo Drago. “ E’stato sempre forte e sentito il legame tra il nostro paese e l’onorevole Salvatore Grillo. Lo testimoniamo-ha sottolineato il sindaco- due momenti: la partecipazione, nel 2019, del nostro comune ai funerali dell’onorevole Salvatore  Grillo, con il gonfalone del comune. E la cerimonia della  commemorazione, pochi mesi dopo la sua scomparsa, tenutasi a Salaparuta presso la chiesa SS.Trinità”.
A seguire si è registrato l’intervento del vice presidente del consiglio comunale Giovanni Regina.” Sono molto onorato-ha esclamato-per il riconoscimento che il comune di Salaparuta ha assegnato all’onorevole Salvatore Grillo post-mortem”.   Alla cerimonia erano presenti anche alcuni personaggi politici locali che allora hanno amministrato assieme all’onorevole Salvatore Grillo: Rosario Drago, Vincenzo Lupo e Bartolomeo Turano. Tutti hanno evidenziato il “prestigioso e prezioso operato di Grillo, a servizio della comunità di Salaparuta nella sua qualità di sindaco”. Presenti in aula anche gli assessori comunali Leonardo Tritico, Francesco Lombardo e Anna Maria Crocchiolo, il comandante della stazione carabinieri Antonio Marino, l’ex sindaco di Poggioreale Gaetano Salvaggio.   Mentre  il vice sindaco Patrizia Santangelo si è rammaricata per non avere conosciuto(per motivi di età) l’onorevole Grillo che “rappresenta un diamante incastonato nella storia del nostro paese. Una figura-ha sottolineato l’assessore Santangelo-che ci deve tutti spingere a curare la memoria per non dimenticare le nostre radici”.   Per il parroco Padre Giovanni Butera per “meglio e di più apprezzare l’operato di persone come l’onorevole Salvatore Grillo andrebbero interpellati gli anziani del paese che sono la ricchezza di questo popolo, perché la memoria è importante”.  
“La disponibilità dell’onorevole Salvatore Grillo è continuata negli anni anche dopo la fine del suo mandato amministrativo-ha sostenuto Francesco Di Giovanna, ex sindaco di Salaparuta- E poi proseguita con il figlio Massimo. Durante il suo mandato l’onorevole Salvatore Grillo ha fortemente favorito la creazione a Salaparuta di due associazioni allora presenti in numero esiguo in tutta la Sicilia.
Ebbene Grillo ha dato questa grossa opportunità ai due comuni di Salaparuta e Poggioreale. Credo di potere dire-ha concluso Di Giovanna-che la cittadinanza onoraria per l’onorevole Salvatore Grillo sia un po’ tardiva. Ma come si dice. meglio tardi che mai”.  
Il figlio del compianto onorevole Salvatore Grillo: Massimo ha sentitamente ringraziato per le testimonianze riferite a suo padre. pronunciate ed espresse nel corso della cerimonia.” Testimonianze che hanno suscitato in me delle riflessioni-ha rimarcato l’onorevole Massimo Grillo.La prima in assoluto è che mio padre rappresentava e incarnava la politica vera. Quella che ti conduceva ad avere il senso delle istituzioni e non quello delle appartenenze partitiche. E poi altra profonda riflessione riguarda il profondo rapporto che mio padre aveva instaurato con il paese di Salaparuta che per lui era dopo Marsala la sua seconda patria. Un attaccamento che si evidenzia a chiare lettere in questo scritto di mio padre su Salaparuta che mi appresto a leggervi”. “Concludo esprimendo gratitudine-ha detto il sindaco Massimo Grillo-per tutti voi per avere voluto onorare la figura e l’operato di mio padre. Grazie a tutti”.   Le motivazioni del conferimento della cittadinanza all’onorevole Salvatore Grillo sono elencate nell’atto deliberativo.
“Considerato che l’onorevole Salvatore Grillo, ha rivestito la carica di Sindaco nel nostro comune (dal 1975 al 1980) nell’importante momento storico-sociale post-sisma 1968 (trasferimento dalla baraccopoli al nuovo centro abitato)-si legge nella delibera-Che l’onorevole Grillo appena insediatosi dopo l’elezione mise a disposizione della comunità salitana non solo la sua intelligenza, acuta nel ponderare i problemi, ma tutto il suo peso politico(Segretario politico della DC della provincia di Trapani) per richiamare l’attenzione dei suoi colleghi sulla grave situazione del territorio, infatti fu fatto un convegno a Salaparuta il 13 settembre 1975 con la partecipazione dei presidenti delle commissioni Finanze e LLPP. della Camera dei Deputati Onorevoli La Loggia e Griglia oltre a parlamentari regionali”.
Per i consiglieri comunali presenti in aula, inoltre, l’Onorevole Grillo (deputato regionale dal 1967 al  1986 nonché assessore regionale e sindaco di Marsala) si è “distinto per avere svolto il dovuto e serioso compito istituzionale nella difficile gestione amministrativa per l’assegnazione delle aree ai singoli cittadini per la ricostruzione dei singoli alloggi Alla fine, nel corso di una seduta aperta del consiglio comunale di allora, prevalse la tesi del sorteggio delle rispettive aree.

L’onorevole Grillo-sostengono i consiglieri-inoltre ha attivato anche le procedure di assunzione per diversi giovani presso il comune di Salaparuta nell’ambito della legge sull’occupazione giovanile”. Nella foto da sinistra: il sindaco Drago, l’onorevole Massimo Grillo, il presidente Cinquemani.  

RATING

COMMENTI

Condividi su

    Belicenews su Facebook
    ARGOMENTI RECENTI
    ABOUT

    Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
    P.IVA: IT02492730813
    Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
    credits: mblabs.net