Salaparuta, secondo incontro ”Prevenzione dei fenomeni di cyberbullismo”

Immagine articolo: Salaparuta, secondo incontro ”Prevenzione dei fenomeni di cyberbullismo”

Si è tenuto questa mattina a Salaparuta (auditorium Nick La Rocca) il secondo importante incontro del progetto: ”Prevenzione dei fenomeni di cyberbullismo”.

Ad organizzarlo sempre l’Istituto Autonomo Comprensivo Luigi Capuana di Santa Ninfa che comprende anche le scuole di Salaparuta e Poggioreale. Il secondo appuntamento ha riguardato l’educazione alla “gentilezza”, come efficace momento di contrasto al cyberbullismo.

A relazionare è stata chiamata la dottoressa Natalia Re, Presidente MIG (Movimento Nazionale per la Gentilezza). A moderare i lavori sempre con garbo, stile e competenza è stata la professoressa Noemi Maggio. Il sindaco di Salaparuta Vincenzo Drago ha rivolto i saluti di benvenuto ai partecipanti.

“E’ un piacere essere qui - ha esclamato - e potere ospitare un figura di rilievo del settore Come Natalia Re. Porto i saluti dell’amministrazione comunale e mi preme sottolineare la disponibilità del nostro ufficio comunale Servizi Sociali sulle tematiche del bullismo ed cyberbullismo”.

Come accaduto nei giorni scorsi per il primo incontro, anche questa volta i “protagonisti assoluti” sono stati gli alunni dei plessi scolastici di Salaparuta e Poggioreale. Loro hanno dato vita a: momenti recitati, riflessioni, dialoghi, con lo stesso denominatore comune: ”Educare alla gentilezza per contrastare il bullismo e al cyberbullismo”.

Tante frasi dedicate alla gentilezza come: ”Essere gentile è un’abitudine che può cambiare il mondo. Oppure le parole gentili sono come fiori, coltivale”.

La docente Francesca Zummo, collaboratrice del dirigente scolastico Maria Letizia Natalia Gentile, ha portato i saluti della stessa, trattenuta a Santa Ninfa per l’attuazione dell’incontro in questione. “Il fenomento del cyberbullismo - ha rimarcato Zummo - è diventato molto vivo, potente e sempre più difficile da gestire. Fortunatamente nel nostro istituto non si sono registrati finora casi eclatanti. Per contrastare il fenomeno noi abbiamo un’arma fondamentale da seguire attraverso l’aggregazione di massa: è la gentilezza. E dobbiamo tutti impegnarci per diffonderla a scuola".

La relatrice Natalia Re ha esordito rivolgendo parole di plauso per l’Istituto scolastico particolarmente attivo su queste tematiche, al dirigente e ai docenti. Ha invitato gli alunni a sapere bene utilizzare le “parole perché hanno un notevole peso, possono ferire e in alcuni casi degenerare in forme di violenza. Le parole vanno meditate, dovete riflettere sulle cose non agire secondo l’istinto. Voi giovanissimi - ha proseguito Natalia Re - dovete essere capaci di accettare anche una emozione negativa che vi può capitare. Dovete essere bravi a vivere un successo ma anche un insuccesso. E se ricevete una gentilezza dovere ricambiare l’atto. Nessuno di noi è gentile ma ognuno di noi deve cercare di essere gentile. Voi dovete credere - ha continuato - nella gentilezza perchè vi rende un gruppo di eroi e piccole eroine. In quest’ottica occorre la stipula di un patto di corresponsabilità tra scuola e famiglia, entrambe devono educare a riconoscere le emozioni”.

Il presidente Natalia Re si è poi soffermata sul concetto dell’aiuto. “Noi tutti dobbiamo intanto sforzarci - ha evidenziato - di aiutare, in tema di bullismo e cyberbullismo, sia la vittima sia chi ci fa del male. Peraltro il bullo merita di essere aiutato e non emarginato. L’aiuto serve a portare alla luce un problema, dovete chiedere aiuto a chi vi sta accanto come compagni, famiglia, forze dell’ordine. Dovete stare lontani dall’indifferenza e dall’omertà perché sono comportamenti contrari all’aiuto. Così come vi invito a stare lontani - ha concluso Natalia Re - dai telefonini, dai social, dalle applicazioni. Prima di scrivere dovete molto riflettere. E fate anche attenzione a quello che guardate in tv, ai falsi miti”.

Ha presenziato all’incontro anche il sindaco del vicinissimo centro di Poggioreale Carmelo Palermo. “Oggi è una giornata importantissima per voi alunni - ha evidenziato il sindaco - Il mio accorato invito è quello di stare molto attenti ai fenomeni del bullismo e cyberbullismo. Perchè con le nuove attuali tecnologie posso provocare danni enormi sia alle persone che alle rispettive famiglie. Utilizzate i social con molta attenzione. Per vincere questi fenomeni e altre cose negative della nostra società - ha concluso il sindaco Palermo - è necessario lavorare e fare squadra. Solo così non ci potrà essere spazio per il bullismo, per la mafia e per altre cose negative. E si potrà parlare nella nostra terra di Sicilia di cultura e di riscatto”.

Presenti all’incontro: gli assessori comunali di Salaparuta AnnaMaria Crocchiolo, Francesco Lombardo, il presidente del consiglio comunale di Salaparuta Antonino Cinquemani,il consigliere comunale Michele Antonino Saitta. Giusto Tubiolo, vice comandante della stazione carabinieri di Salaparuta. Prezioso, per la riuscita della manifestazione, si è rivelato il contributo portato dai giovami impegnati nel Servizio Civile Universale dell’Associazione Misericordia.

Dopo Salaparuta, l’incontro si è tenuto anche a Santa Ninfa alla presenza del dirigente scolastico Maria Letizia Natalia Gentile e dell’assessore comunale Maria Terranova.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione scrivendo al numero WhatsApp +39 344 222 1872
Privacy PolicyCookie Policy