Caro voli in Sicilia, PD e DC contro il Governo: “Non ci sono benefici". "È vergognoso applicare tariffe folli calcolate da un algoritmo”

Immagine articolo: Caro voli in Sicilia, PD e DC contro il Governo: “Non ci sono benefici“. “È vergognoso applicare tariffe folli calcolate da un algoritmo”

Dai politici di PD e DC si alza un coro di protesta unanime alla recente introduzione, nel 'dl omnibus' approvato dal Cdm, del provvedimento che vieta la fissazione dinamica delle tariffe da parte delle compagnie aree per i voli diretti in Sicilia. La norma è modulata in relazione al tempo della prenotazione se la fissazione è applicata su rotte nazionali di collegamento con le isole e avviene o durante un periodo di picco di domanda legata alla stagionalità o in concomitanza di uno stato di emergenza nazionale e se conduce ad un prezzo di vendita del biglietto o dei servizi accessori, del 200% superiore alla tariffa media del volo.

Non c’è nessuno stop al caro voli per la Sicilia e i siciliani. Questo deve essere chiaro. Anzi, con il provvedimento del Consiglio dei ministri si consolida un metodo che, di fatto, mantiene il costo livellato verso l’alto contribuendo a tenere alto il costo medio dei biglietti. Lo stop, se mai ci si sarà, interverrà solo su prezzi già di per se alti e che superano il 200% della media. E che il primo ad osannare il governo Meloni per questo provvedimento beffa sia il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, non ci stupisce. E’ il primo a infischiarsene dei suoi concittadini osannando invece i suoi dante causa romani”. Lo dichiara il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo.

Noi riteniamo che bisogna agire – spiega il segretario e capogruppo PD in commissione Trasporti alla Camera - in particolare sul sistema che ha consentito un vero e proprio cartello di compagnie aeree che sui voli da e per la Sicilia fanno il bello e il cattivo tempo senza alcun tipo di timore in assenza di controlli adeguati”.

Della stessa opinione è ol consigliere e componente del direttivo nazionale della Democrazia Cristiana, Alessio Savona, che nell'esprimere la sua indignazione per il caro voli che affligge la Sicilia si unisce all'appello del Segretario nazionale del Partito, Totò Cuffaro per chiedere al governo un intervento d'urgenza per garantire la continuità territoriale e il diritto alla mobilità dei siciliani.

È vergognoso il trattamento che continua ad essere riservato a noi siciliani, costretti a pagare prezzi esorbitanti per viaggiare da e per la nostra Isola. Il caro voli è una piaga che dura da troppo tempo e che penalizza i cittadini, le imprese, il turismo e lo sviluppo economico della Sicilia. Non possiamo accettare che le compagnie aeree applichino tariffe dinamiche, basate su algoritmi e profilazioni che fanno lievitare i costi dei biglietti aerei in modo indiscriminato e ingiustificato, soprattutto in periodi di alta stagione o di emergenza nazionale. Si tratta di pratiche commerciali scorrette e lesive dei diritti dei consumatori, che vanno contrastate con determinazione”.

Le misure adottate da Roma - continua il dirigente della Democrazia Cristiana - sono insufficienti e tardive. Sembra quasi che non ci sia interesse a risolvere il problema del caro voli in modo definitivo. Il limite del 200% è ancora troppo alto e non garantisce una reale tutela dei siciliani, che continuano a subire una discriminazione territoriale inaccettabile. Chiediamo al governo di abbassare ulteriormente il tetto massimo delle tariffe, di introdurre un sistema di controllo e sanzione delle compagnie aeree che violano le norme, di incentivare la concorrenza e la trasparenza nel settore, di potenziare le infrastrutture e i servizi aeroportuali in Sicilia. Solo così si potrà garantire una vera continuità territoriale e una mobilità equa e accessibile per tutti”.

Savona conclude ribadendo il suo impegno politico a favore della Sicilia e annunciando iniziative parlamentari per sollecitare il governo ad agire.

La Democrazia Cristiana è da sempre vicina ai siciliani e alle loro istanze - conclude Savona. Non ci fermeremo fino a quando non avremo ottenuto giustizia per la nostra terra. Presenteremo interrogazioni per conto dei nostri referenti in Parlamento per chiedere quali azioni saranno intraprese  per contrastare il caro voli in Sicilia. Non lasceremo soli i siciliani, che meritano rispetto e dignità”.

 

RATING

COMMENTI

Condividi su

    Belicenews su Facebook
    ARGOMENTI RECENTI
    ABOUT

    Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
    P.IVA: IT02492730813
    Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 344 222 1872
    Privacy PolicyCookie Policy
    credits: mblabs.net