Bancarotta fraudolenta. La Cassazione annulla sentenza per amministratore di una ditta di Menfi

ph. Wikipedia

ph. Wikipedia


La Quinta Sezione Penale della Corte di Cassazione, ha annullato senza rinvio la sentenza della Corte d'Appello di Palermo, Sezione Quarta, determinando che i reati contestati sono decaduti a causa della prescrizione. Il processo, che si è sviluppato attraverso tre fasi giudiziarie, riguardava l'accusa di bancarotta fraudolenta, sia patrimoniale che documentale, rivolta verso gli amministratori e i soci di un'azienda con sede a Menfi.

Al termine dei primi due gradi di giudizio, l'unico condannato rimasto era T.G.E., che aveva ricoperto il ruolo di amministratore della società fino a dicembre 2008. La difesa, guidata dall'avvocato Fabrizio Di Paola, ha contestato la fondatezza delle accuse contro il proprio cliente, presentando ricorso per Cassazione avverso la Sentenza della Corte di Appello di Palermo.

La Suprema Corte, ritenendo instaurato correttamente il rapporto processuale, ha tuttavia dovuto prendere atto della maturazione dei termini di prescrizione dei reati e dichiarare la estinzione degli stessi.

 

RATING

COMMENTI

Condividi su

    Belicenews su Facebook
    ARGOMENTI RECENTI
    ABOUT

    Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
    P.IVA: IT02492730813
    Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 344 222 1872
    Privacy PolicyCookie Policy
    credits: mblabs.net