Menfi / Ribera - Emesso un Decreto di Citazione a Giudizio per aver diffamato un conoscente su Facebook

Immagine articolo: Menfi / Ribera - Emesso un Decreto di Citazione a Giudizio per aver diffamato un conoscente su Facebook

Disposto un Decreto di Citazione in Giudizio dal Tribunale Penale di Sciacca, per un Uomo di Ribera accusato di diffamazione e minacce compiute a mezzo Facebook, nei confronti di un ragazzo di Menfi.

I fatti sono accaduti nel mese di Gennaio 2023, dove un Uomo di Menfi è stato oggetto di diffamazione a mezzo social Network, i due si conoscevano da vecchia data poi i rapporti si sono bruscamente interrotti per questioni lavorative, l'Uomo residente a Ribera ha offeso il Sig. C.C. di Menfi, pubblicando su Facebook frasi dirette ad offendere la reputazione,inoltre, lo ha minacciato di un male ingiusto.

Il Sig. C.C. di Menfi persona offesa, si rivolgeva allo Studio Legale Buscemi per l'assistenza nella redazione e presentazione della denuncia/querela. Nei fatti lamentati dal proprio assistito l'Avv. Buscemi Giuseppe ha ravvisato, due fattispecie ingriminatrici: "diffamazione e Minaccia prevista dagli art 595 e 612 c.p." riservandosi, inoltre, la costituzione di parte civile del proprio assistito.

A seguito della Denuncia Penale, l'Uomo residente a Ribera veniva rinviato a Giudizio e dovrà comparire innanzi al Tribunale penale di Sciacca nel mese di 02/2024.

Precisa l'Avv Buscemi che con l'evolversi della tecnologia e dei mezzi di comunicazione, oggi è possibile commettere reati anche trovandosi di fronte al pc ed in particolare sui social network, viviamo un'espansione sempre maggiore dei social network, quale luogo virtuale di comunicazione tra persone, che spesso finiscono per mettersi in situazione complicate per commenti e frasi scritte, offendendo la reputazione altrui.

Proprio la diffusione di questi mezzi di comunicazione e l'abuso del loro utilizzo ha visto un'altrettanta esponenziale crescita dei reati, tra i quali il reato di diffamazione, utilizzando per le offese Facebook.

Inspiegabilmente si è indotti a ritenere che un affermazione ingiuriosa su Facebook, un offesa, una minaccia, non costituiscono un problema, nè tanto meno un reato, al contrario, su internet valgono le stesse regole della realtà materiale, se qualcuno pubblica un commento offensivo, scrive un post diffamatorio, rischia sia sotto il profilo Penale che Civile.

RATING

COMMENTI

Condividi su

    Belicenews su Facebook
    ARGOMENTI RECENTI
    ABOUT

    Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
    P.IVA: IT02492730813
    Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 344 222 1872
    Privacy PolicyCookie Policy
    credits: mblabs.net