Menfi, è la contrada Finocchio a vincere il concorso "Menfi e la sua terra" nell'edizione di Inycon 2019

Immagine articolo: Menfi, è la contrada Finocchio a vincere il concorso “Menfi e la sua terra“ nell'edizione di Inycon 2019

Nella amichevole gara che ha visto concorrere le varie contrade di Menfi per il primo concorso indetto nella nuova formula di Inycon dall'amministrazione Mauceri, una apposita giuria tecnica ha proclamato vincitrice dell'ediz. 2019 la proposta presentata dalla contrada Finocchio.  Di contrade a Menfi se ne contano tante: tra cui quelle dell'Agareni, Bertolino, Bonera, Casuzze, Cavarretto, Cinquanta, Genovese, Gurra, Sant' Antonino, Feudotto, Fiori – Puccia e Finocchio. Tutte contrade che da qualche anno si sono cimentate nella valorizzazione dei propri confini con azioni di pulizia e tutela ambientale.

Una giuria di esperti nel corso di Inycon2019 ha decretato nella contrada Finocchio la vincitrice di questa edizione, valutando la presentazione dei loro piatti e particolarità, in uno dei cortili di Inycon appositamente allestiti per la festa .  Adesso da parte del Comune di Menfi alla contrada vincitrice l’impegno di assegnare un contributo per realizzare opere di miglioramento della viabilità, anche sulla base delle emergenze già segnalate nell'istanza di partecipazione.

“E l’anno prossimo sarà la contrada Finocchio ad organizzare un evento con l'aiuto mirato alla valorizzazione ambientale del nostro territorio” dice l’amministratore Nadia Curreri di Menfi. La Contrada Finocchio nasce su tre livelli, tre belle terrazze, uno diverso dagli altri come forma, terreno e coltura.  La prima terrazza, che parte dal livello del mare e si alza per circa 150 m, è coltivata principalmente a vigneti e a melograni. In questa prima fascia sono presenti una struttura ricettiva e una cantina privata.

La seconda e la terza terrazza oltrepassano la quota 180 m e arrivano a confinare con il Bosco Magaggiaro. Anche in questi livelli, i cui terreni sono coltivati a vigneti ed uliveti che arricchiscono il territorio stesso, troviamo due strutture ricettive. Inoltre si trova un agglomerato di case, abitato anch'esso, che costituiscono il cosiddetto "Villaggio Stoccatello".

Durante la Seconda Guerra Mondiale veniva abitato tutto l'anno dai proprietari di aziende nella contrada ed era considerato un vero e proprio borgo. Ciò è testimoniato dal fatto che vi era presente un distaccamento della caserma dei carabinieri.  Altre realtà presenti nella contrada sono le innumerevoli aziende agricole a conduzione familiare e non solo. Da non dimenticare sono, certamente, le molte case abitate presenti in tutta la contrada nel periodo estivo sia da menfitani che da forestieri invaghiti dal posto e sbalorditi dalla sua bellezza.

Le colture sono favorite dall'irrigazione, in quanto è una zona bonificata dal vecchio consorzio basso Belice, oggi AG3. Ciò permette, oltre alle colture principali sopra citate, la coltivazione di carciofeti e tanti altri ortaggi in tutti e tre i livelli. I vitigni coltivati nella contrada sono principalmente vitigni francesi e vitigni autoctoni come il Nero d'Avola, Grillo e Catarratto. Esiste, poi, un'altra suddivisione; la contrada Finocchio si divide, infatti, in Coda di Finocchio, Finocchio Sottano, Finocchio Mezzano e Coda di Finocchio Soprano che arriva alle falde del Bosco Magaggiaro.

Facile da raggiungere, collegata alla vecchia statale 115, è possibile arrivarvi tramite molte strade che partono da Menfi da cui dista circa 5 km. Considerando il punto più estremo a sud della contrada, dista, invece, da Porto Palo circa 3 km. Dalla contrada Finocchio si può raggiungere la famosa Selinunte, Castelvetrano, Montevago e Santa Margherita Belice. Molte sono le viuzze sterrate (trazzere) presenti che rendono unica la contrada.

La sua originalità è dettata anche dalla varietà del tipo di terreni come si può evincere dal loro diverso colore. E sorge dunque spontaneo il richiamo alla presenza in contrada delle aziende agricole biologiche, simbolo di un'agricoltura basata sulla consociazione, sul rispetto dell'ambiente e della biodiversità. Portavoce della contrada Finocchio è l'imprenditore agricolo Tommaso Alcuri.

"Menfi e la sua terra" è il titolo del concorso indetto dal Comune di Menfi e indirizzato ai comitati spontanei e associazioni delle contrade menfitane che ha visto in questa prima edizione trionfare la Contrada Finocchio. "Tutto è iniziato a Settembre 2018 in occasione dell'anteprima di Inycon quando le contrade sono state chiamate a consegnare le loro terre caratteristiche" spiega la giovane Angela Alcuri.

"È Iniziata così la sana competizione che ha visto protagoniste le contrade Agareni, Casuzze, Cinquanta, Gurra, Finocchio, Sant'Antonino-Feudotto-Genovese, Fiori-Puccia. Il bando, che ha lo scopo di promuovere il territorio e favorire il turismo rurale, ha previsto diverse prove tra cui 'Migliore tavola apparecchiata' svoltasi a Palazzo Pignatelli, 'Recitazione e racconti della contrada' svoltasi in Piazza Vittorio Emanuele nella quale sono state allestite delle casette, 'Migliore piatto culinario' in occasione del 4° Granfondo Città di Menfi, 'decoro e pulizia delle strade'", aggiunge Alcuri.

La prima edizione del Concorso 'Menfi e la sua Terra' si è conclusa in occasione di Inycon 2019: le contrade hanno avuto l'occasione di far degustare i loro prodotti nel cortile a loro dedicato. "Il cammino iniziato con la consegna della terra ha proseguito con la consegna delle barbatelle del vitigno caratteristico di ogni contrada. Nell'ultima giornata di Inycon 2019 la Contrada Finocchio è stata eletta Contrada dell'Anno trionfando con la tavola apparecchiata elegantemente in onore del principe Pignatelli, proprietario anticamente del Feudo del Finocchio, con la poesia di Tommaso Alcuri, con il patè di finocchietto selvatico, ma anche per la pulizia delle strade avvenuta grazie ad alcuni contradaioli e al comune e per l'inconfondibile territorio e i suoi uliveti, vigneti, carciofeti e le coltivazioni di melograni" conclude la giovane Alcuri. La Contrada Finocchio ospiterà alcuni eventi di Inycon 2020

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU