Weekend di festa a Menfi con la 23ma edizione di Inycon. La terra di Sicilia protagonista con spettacoli, degustazioni e talkshow

Immagine articolo: Weekend di festa a Menfi con la 23ma edizione di Inycon. La terra di Sicilia protagonista con spettacoli, degustazioni e talkshow

I fiori a Palazzo di città, la terra delle contrade nella piazza principale, la sabbia di Porto Palo di Menfi che diventa esperienza artistica tra le mani di Stefania Bruno: non solo il vino protagonista della 23ma edizione di Inycon a Menfi (AG), che sabato e domenica spalanca le porte della città con un #ProfumoDiFesta che anticipa l’edizione 2019, le cui date saranno svelate – per la prima volta – già al termine dell’evento di quest’anno.

Convegni, degustazioni, un happening organizzato in collaborazione con gli alunni dell'I.C. Santi Bivona di Menfi, il teatro dei burattini che racconta il mito di Demetra e Persefone (a cura del Teatro degli Spiriti), live music nelle vie del centro, installazioni artistiche e un wine bar in piazza per degustare i vini di un territorio da sempre vocato alla tradizione vitivinicola di qualità.

Rivolgo i più sinceri complimenti all’amministrazione comunale e all’intera comunità di Menfi - dice l’assessore regionale al Turismo, Sandro Pappalardo - per aver realizzato una manifestazione come “Inycon Overture 2018” che mette al centro la tradizione, l’eccellenza e la produttività di un territorio straordinario.  Per questa ragione l’Assessorato al Turismo non poteva non sostenere un evento che ormai è divenuto epicentro turistico nazionale e internazionale e che ha come prodotto simbolo il magnifico vino che si produce in Sicilia”.

Tante le iniziative organizzate dal Comune di Menfi, in collaborazione con l’assessorato regionale al Turismo, Cantine Settesoli, Planeta e Banca Mediolanum-Consulenti di Menfi, per lanciare la prossima edizione della più antica manifestazione siciliana dedicata al vino di qualità, inserita nel calendario degli eventi ad alta rilevanza turistica della Regione Siciliana: “Vogliamo dare valore a ciò che dà valore alla nostra terra – dice il sindaco di Menfi, Marilena Mauceri – e siamo felici che la Regione continui a credere nelle potenzialità di Menfi che quindi, anche quest’anno, mantiene la sua storica continuità nel celebrare questa festa che guarda già all’edizione 2019”.

Il clou dell’evento sta nello spettacolo en plein air della domenica sera – solo l’inizio di quello che vedremo nel 2019 - firmato dal regista Francesco Bondì, a cui è affidata anche la direzione artistica dell’evento: “In Overture – spiega Bondì – daremo risalto al vigneto come opera dell’uomo e non solo dono della natura, così come alla primavera, non solo stagione, ma intuizione e opportunità”, a suggellare le suggestioni saranno  il concerto live per violini e coreografie pirotecniche, con i Violinisti in Jeans e i fire designers Vaccalluzzo: il programma completo sul sito www.inycon.it.

Il viaggio di Inycon prenderà il via proprio dai vigneti, con una tappa speciale del progetto “In viaggio tra i filari”, ideato da Gianfranco Cammarata, giovane appassionato di vino e ristoratore palermitano, che a bordo del suo bus Volkswagen T2 arancione del 1971, attraversa, narrandola, la Sicilia del vino; significativa sarà la prima cerimonia di consegna della terra delle contrade di Menfi a Palazzo di Città, alla quale parteciperanno, oltre al sindaco e all’assessore Pappalardo, anche Roberto Di Mauro (vicepresidente vicario Assemblea Regionale Siciliana), Rodolfo Passaro (Gen. R.I.S.) e Francesco Gagliano (Associazione Agareni).

Spazio anche all’approfondimento col convegno “Menfi e La Sua Terra”, a cura dell'Assessorato Regionale al Turismo e alla Cultura, al quale parteciperanno – tra gli altri - anche Roberto Lagalla, assessore regionale all'Istruzione, Salvatore Di Vitale, presidente del Tribunale di Palermo, Giuseppe Bursi, presidente di Cantine Settesoli e Diego Planeta, agricoltore; mentre al talk show “2018, ANNO DEL CIBO ITALIANO” in collaborazione con la Libera Università Rurale, interverranno, tra gli altri: Valentina Scollo, nutrizionista, Giuseppe Bivona, presidente della Libera Università Rurale, Giuseppe Mazzotta, WWF Area Mediterranea, Nino Sutera, responsabile dell'Azienda Sperimentale Campo Carboj e Nicola Caldarone, capo di Gabinetto Vicario dell'assessorato Regionale all'Agricoltura.

È importante sapere – dice l’assessore al Turismo e alla Cultura, Nadia Curreri - che oltre alla Regione diverse aziende vogliano supportare l’evento organizzato per promuovere la nostra terra, i vigneti e il vino attraverso la bellezza e il potenziamento dei nostri valori rurali, tradizionali e le proposte innovative di qualità”.

Spazio di rilievo ovviamente al vino, con un wine bar allestito in piazza e le degustazioni in via della Vittoria, tra cui spicca “Identità e Ricchezza del Vigneto Sicilia”, degustazione guidata di vini da varietà antiche, a cura del Circolo Nuovo La Concordia e del Dipartimento dell'Agricoltura - Regione Siciliana. “Il vino non è semplicemente una bevanda: è cultura, è tradizione, è storia – conclude l’assessore Pappalardo - e il ricco programma della manifestazione esalta tutti questi aspetti, con il meritorio intento di coinvolgere, tra l’altro, anche le giovani generazioni con iniziative mirate.  L’assessorato regionale al Turismo per questi eventi di pregio c’è e ci sarà sempre e sta svolgendo un importante lavoro per intercettare flussi turistici attraverso i tesori che la Sicilia ci ha regalato, l’enogastronomia, i paesaggi, i vigneti pieni di magia: è questa la direzione per raccontare il bello della nostra terra”.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - I contenuti del presente sito appartengono all'Associazione Culturale L'Araba Fenice. Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU