Alla "scoperta" dell'Origano tra proprietà antidolorifiche, antibatteriche e non solo

Immagine articolo: Alla “scoperta“ dell'Origano tra proprietà antidolorifiche, antibatteriche e non solo

(Fonte multimedia: www.ilcontadino-online.com)


L'origano è una pianta erbacea inquadrabile tra le erbe aromatiche; noto anche come origano comune, è identificato dalla nomenclatura binomiale Origanum vulgare. Il vegetale più strettamente imparentato con l'origano è la maggiorana od “origano da giardino”, che appartiene allo stesso Genere (Origanum) ma ad una Specie differente (Origanum majorana).

Nonostante la stretta somiglianza, l'origano si presta all'abbinamento con quasi tutti gli alimenti, tra i quali anche la carne (famosissimo il condimento tipico del sud Italia per la carne grigliata); al contrario, la maggiorana rende prevalentemente nelle ricette di pesce. Pertanto, chi confonde l'origano con la maggiorana non può essere considerato un esperto di cucina. Conosciamolo meglio insieme alla Dott.ssa graziella Palermo.

L'origano, così come la maggiorana, presenta discrete proprietà antibatteriche. Dell'origano si utilizzano le foglie intere ma - in caso di raffreddore, influenza e cattiva digestione - può essere impiegato in infusione per le tisane.  Infatti l'olio essenziale di origano è considerato un potente antisettico, indicato per qualsiasi tipo di infezione delle vie aeree superiori e del cavo orale. Può essere utilizzato anche come collutorio naturale per disinfettare la bocca e come sbiancante dei denti.

L'olio essenziale di origano è anche un rimedio contro i dolori spasmodici e, a quanto dicono, è utile contro la fatica e lo stress (opinabile). Come alimento, l'origano è ricchissimo di nutrienti (soprattutto vitamine e minerali); tuttavia, va rammentato che si tratta di un prodotto il cui utilizzo è “quantitativamente” marginale, non tanto per le frequenze di consumo, quanto per la porzione utilizzata (equivalente a pochi grammi).

In definitiva, nonostante le ottime caratteristiche chimiche, l'origano non può avere un impatto rilevante sulla dieta.  L'origano è un alimento di origine vegetale che rientra nel gruppo delle erbe aromatiche. Fresco ha un apporto energetico moderato, caratterizzato dalla prevalenza di carboidrati, seguiti dai lipidi e infine dalle proteine.

I glucidi sono tendenzialmente semplici, gli acidi grassi polinsaturi ed i peptidi a basso valore biologico.  L'origano non contiene colesterolo ed apporta una quantità elevatissima di fibre. Per quel che concerne i sali minerali, l'origano strabilia per il suo contenuto di ferro (probabilmente poco biodisponibile), calcio e potassio; osservando il profilo vitaminico, si possono apprezzare ottime concentrazioni di niacina (vit PP), retinolo equivalenti (pro vit A), tocoferoli (vit E) ed acido ascorbico (vit C).

La porzione media di origano è soggettiva, ma raramente superiore ai 5g (3kcal). La sua appetibilita' è strettamanete legata al suo magnifico aroma, soprattutto se e' essiccato al buio per mantenere il suo colore verde intenso e poi conservato in barattoli, preferibilmente in vetro, per non perdere il suo profumo intenso.

Dott.ssa Graziella Palermo - nutrizionistagraziella@gmail.com

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU