Salaparuta e Poggioreale. La differenziata parte col botto. Presto anche il lombrico farà la sua parte

Salaparuta e Poggioreale. La differenziata parte col botto. Presto anche il lombrico farà la sua parte

Bilancio estremamente lusinghiero per l’ARO  sperimentale denominato  “Poggioreale-Salaparuta” a quindici giorni dalla sua attivazione. La raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, infatti, sta procedendo davvero bene, con risultati soddisfacenti. I due comuni belicini gestiscono direttamente e in economia il progetto della raccolta.

“Vogliamo cogliere l’occasione - affermano in coro i due sindaci di Poggioreale e Salaparuta Lorenzo Pagliaroli e Michele Saitta - per ringraziare i nostri cittadini che stanno collaborando in maniera attiva ed efficace”.

Intanto Il calendario della raccolta rifiuti è stato rimodulato. Non è ancora quello definitivo. Lo si metterà a punto non appena i due comuni avranno dati più corretti sulla raccolta sperimentale. Secondo il nuovo calendario, la raccolta dell’organico (più pannolini e pannoloni in sacchetto a parte) scatterà  due giorni a settimana: lunedì e venerdì, RSU invece una sola volta a settimana (mercoledì), per la plastica il prelevamento è fissato al martedì. Mentre il giovedì sarà il turno  del  vetro e lattine. La raccolta di carta e cartone è stata fissata al sabato. Oltre alla rimodulazione del calendario, i tecnici dei due comuni hanno provveduto a redigere una “guida” alla raccolta, distribuita a tutti i cittadini. In pratica, nel documento vengono individuati i materiali da conferire nelle diverse sezioni: carta e cartone, organico, plastica, vetro e lattine, indifferenziato. Il progetto della raccolta dei rifiuti solidi urbani nei due piccoli comuni punta decisamente tutto sulla “raccolta differenziata”. In quest’ottica, tecnici ed amministratori comunali, in questi giorni di inizio, non si stancano di rinnovare l’invito ai rispettivi cittadini a non gettare organico, plastica,vetro, carta, lattine, pneumatici, legno, materiale elettrico nel sacchetto RSU.

“Ribadisco - precisa il sindaco di Poggioreale Lorenzo Pagliaroli - che curare  in particolare la raccolta differenziata  comporterà  per i cittadini risparmio economico e un generale miglioramento del servizio”. La raccolta viene effettuata da quattro operatori più due autisti. 

“Nei redigendi bilanci di previsione - dice il sindaco di Salaparuta Michele Saitta - abbiamo inserito le risorse economiche necessarie a potere procedere all’acquisto di due minicompattatori”. Il tutto in attesa che possa partire il “lombricompostaggio”, tecnica naturale che prevede la trasformazione  della frazione organica dei rifiuti in “concime”. In Sicilia è il primo esperimento operato da comuni che consentirà di potere trasformare in piena autonomia la frazione organica, con notevole abbattimento dei costi. Prevista infatti la trasformazione di 200 tonnellate all’anno di organico che comporterà per le casse comunali un risparmio di oltre ventimila euro. “Contiamo di partire con il lombricompostaggio - evidenzia il sindaco di Salaparuta Michele Saitta - a fine anno con tutte le infrastrutture necessarie, pronte a funzionare a pieno regime”.

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - I contenuti del presente sito appartengono all'Associazione Culturale L'Araba Fenice.
credits: mblabs.net

Torna SU