Stop Trivelle: il Senato approva un emendamento

Stop Trivelle: il Senato approva un emendamento

Il Senato della Repubblica ha approvato ieri, durante la discussione del ddl sui reati ambientali, una mozione di indirizzo e un emendamento che, se confermati, renderanno più difficili le operazioni di ricerca di idrocarburi. Sarà considerato reato utilizzare qualsiasi tecnica esplosiva ivi compresa quella dell'air-gun tipica delle ‎ricerche ‎petrolifere‬.

L'‎emendamento a firma del Sen. Antonio D'alì ‬e del sen. Giuseppe Ruvolo. Il Sen. Antonio D'alì ha rappresentato le disastrose conseguenze nei confronti della ‎biodiversità‬ e della fauna marina dell'uso di tecniche esplosive per qualsiasi finalità utilizzate.
Il voto al Senato, costituisce un significativo passo avanti nella difesa dell'integrità del Mediterraneo, al pari dell'ordine del giorno, sempre a firma del sen. D'Alì, poco prima  approvato.

Entrando nello specifico, l’ordine del giorno promosso da Gal e FI e votato da tutte le opposizioni, impegnerebbe anche il Governo a sospendere il rilascio di nuove concessioni in attesa del recepimento in Italia della direttiva europea offshore che è in netto contrasto con le recenti modifiche della normativa europea. Tale indirizzo, se fosse seguito dal Governo, darebbe alcuni mesi di tranquillità ed eviterebbe che le concessioni siano approvate col titolo unico concessorio della durata di 52 anni, ponendosi in tal modo in contrasto con la normativa Europea.

Per il comitato Stoppa La Piattaforma, "Il condizionale è d’obbligo in quanto gli atti di indirizzo fino ad oggi sono stati sistematicamente disattesi dal Governo. Speriamo, anche se non ci crediamo molto, che questa volta Renzi segua gli indirizzi del Parlamento.

Un vero e proprio coupe de theatre è l’approvazione dell’emendamento 1.80, proposto tra gli altri dai Senatori D’Alì e Ruvolo e fatto proprio da M5S e SEL, che introduce il reato ambientale punibile da 1 a 3 anni per chi fa ricerche di idrocarburi a mare con air gun. Se questo provvedimento fosse confermato in terza lettura alla Camera, si creerebbe un serio ostacolo alle ricerche di idrocarburi nel nostro mare.

Si ritengono soddisfatti questa volta quelli del comitato,  dal comportamento dei rappresentanti al Senato (D’Alì, Ruvolo, gruppi di opposizione e anche il Senatore Marinello che ha votato a favore dell’emendamento contrariamente alle indicazioni del suo gruppo), e si augurano che i loro colleghi alla Camera e il Governo possano tradurre in legge queste buone intenzioni.

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU