Montevago. Dopo 49 anni al via i lavori di ristrutturazione della Chiesa Madre

Montevago. Dopo 49 anni al via i lavori di ristrutturazione della Chiesa Madre

Dopo 49 anni partono i lavori di ristrutturazione della Chiesa madre di Montevago. È stato deliberato, ieri, dalla giunta comunale della città termale, facendo seguito alla nota del 3/4/2017 da parte dell'assessorato regionale dell'Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, Servizio 5, il finanziamento per la manutenzione straordinaria dei locali della chiesa Madre, parrocchia S.S. Pietro e Paolo. Per le opere necessarie a ridurre le infiltrazioni dal tetto sono stati stanziati 278.975,47 euro.

Grande soddisfazione esprime il sindaco, On. Margherita La Rocca Ruvolo, "per il risultato raggiunto, grazie al quale, si potrà definitivamente porre fine alle diffuse infiltrazioni all'interno della chiesa. Finalmente, si potrà intervenire su tutto l'edificio, considerato che dalla costruzione, dopo l'evento sismico del 68, nessuna manutenzione straordinaria è stata fatta. Un grazie all'assessore regionale Giovanni Pistorio, ancora una volta attento al nostro territorio agrigentino e che in prima persona si era impegnato a garantire un'attenzione particolare alla questione, ben sapendo che il complesso ecclesiastico è centro di attività ininterrotta di culto e formazione sociale a servizio della zona di edilizia economica e popolare e dell'intera area comunale urbana".

Entro il mese di aprile saranno disponibili le somme e si avvieranno le procedure per l'affidamento dei lavori.

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - I contenuti del presente sito appartengono all'Associazione Culturale L'Araba Fenice. Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU