Incidente sulla Fondovalle Palermo-Sciacca, 5 morti: menfitano a giudizio

Incidente sulla Fondovalle Palermo-Sciacca, 5 morti: menfitano a giudizio

Omicidio colposo e guida in stato di alterazione psicofisica, sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, cannabinoidi. Sono queste le ipotesi di reato che la procura della Repubblica di Palermo contesta al menfitano G. T., di 30 anni, per il quale ieri il gup, Riccardo Ricciardi, ha disposto il rinvio a giudizio. L'incidente stradale è quello nel quale, a novembre dello scorso anno, nello scontro tra la Ford Focus condotta da T. e una Fiat Punto con a bordo due coniugi di Roccamena, morirono cinque persone sulla Fondovalle Palermo-Sciacca.

Le vittime: il figlio di T., Alberto, di 3 anni; la moglie, Maria M., di 25, madre del bambino; Rosa P., di 51, madre di T.. Sull'altra auto viaggiavano Rosario L. R., di 68 anni, e la moglie, Maria C., di 71. Anche per loro non c'è stato nulla da fare. Nell'incidente sono rimasti feriti lo stesso G. T. e un altro figlio del menfitano. Secondo gli accertamenti svolti dai carabinieri e confluiti agli atti dell'indagine T. avrebbe affrontato la curva in cui è avvenuto l'impatto a 110 chilometri orari, una velocità superiore a quella massima consentita nelle strade extraurbane che è di 90 chilometri orari.

(Pantano - gds.it)

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU