Omicidi Ragusano e Mauceri: la Procura Generale chiede l'ergastolo

Omicidi Ragusano e Mauceri: la Procura Generale chiede l'ergastolo

Era stato condannato a trent'anni di reclusione dal Tribunale di Sciacca: il trenta gennaio inizierà il processo innanzi la Corte d'Assise d'Appello di Palermo.

Giuseppe Sabella, di Sciacca, per la Procura Generale andava condannato all’ergastolo e non a 30 anni di reclusione per omicidio volontario e rapina in danno di due anziani, Nicolò Ragusano di Sambuca e Stefana Mauceri di Menfi.

Il processo d’appello a Sabella inizierà il 30 gennaio prossimo davanti ai giudici della Corte di Assise d’Appello di Palermo. Alla stessa udienza sarà presente Antonino Gucciardo di Sciacca, l’altro imputato, condannato in primo grado a 18 anni di reclusione.

Anche la difesa dei due imputati ha impugnato la sentenza. Sabella, difeso dall’avvocato Aldo Rossi, ha respinto ogni accusa. Gucciardo ha ammesso la sua presenza nelle case degli anziani, con Sabella, ma aggiungendo che l’obiettivo era soltanto quello di rubare e che lui non ha aggredito Ragusano e Mauceri.

Belicenews su Facebook
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - I contenuti del presente sito appartengono all'Associazione Culturale L'Araba Fenice.
credits: mblabs.net

Torna SU