30 cani avvelenati a Sciacca. Minacce alla sindaca Valenti. Solidarietà dai Comuni limitrofi

30 cani avvelenati a Sciacca. Minacce alla sindaca Valenti. Solidarietà dai Comuni limitrofi

Sono ben trenta i cani morti per avvelenamento trovati negli ultimi giorni a Sciacca. Un'evento che ha scatenato migliaia di reazioni, alcune delle quali sono addirittura sfociate in vere e proprie minacce di morte nei confronti della sindaca Francesca Valenti. L'Amministrazione ha prontamente presentato una denuncia contro ignoti alla Procura, ma neanche questo è bastato a frenare l'ondata di sdegno che l'episodio ha scatenato. Tuttavia, neanche un episodio increscioso come l'avvelenamento di 30 cani, può giustificare tanto accanimento nei confronti della prima cittadina saccense.

Il Sindaco di Menfi, Arch. Lotà, e l’intera Amministrazione Comunale hanno espresso piena solidarietà al Sindaco di Sciacca. "Il diritto di critica non può mai diventare, come in questo caso, occasione per manifestare odio e violenza. La gestione del randagismo è materia difficile e delicata che vede tutti i Sindaci impegnati a fondo e a tempo pieno, di concerto con le associazioni e i volontari che hanno a cuore davvero il destino degli animali, per controllarlo. Episodi di odio sociale come quello che ha coinvolto la collega Valenti sono privi di alcuna motivazione, frutto di ideologia distorta, frustrazione e strumentalizzazione. La condanna è convinta!"

Solidarietà anche dal Sindaco di Montevago: “Leggo quanto successo in contrada Muciare a Sciacca e non si può che restare sconcertati per le modalità adottate dinanzi ad un problema dilagante quale il randagismo: sopprimere! I problemi si affrontano non si sopprimono. L’auspicio è che vengano individuati i responsabili”. Così la presidente della commissione Sanità dell’Ars, Margherita La Rocca Ruvolo, commentando la notizia dell’avvelenamento di una trentina di cani a Sciacca ed esprimendo solidarietà al sindaco saccense destinataria di pesanti insulti su Facebook in relazione all’episodio.

“Rimango altrettanto basita – ha aggiunto - per le modalità e l’aggressività che si riversa nel linguaggio utilizzato verso il primo cittadino. Modalità inaccettabile e violenta, uguale se non peggiore di chi ha avvelenato i 30 mettici colpevoli di avere avuto infedeli padroni. Sono vicina da donna e da amministratore al sindaco Francesca Valenti”.

“In ogni comune – ha proseguito Margherita La Rocca Ruvolo - il problema randagismo è lo stesso e le soluzioni, aimè, uguali. Come presidente della commissione Sanità dell’Ars ho già acceso un focus sul fenomeno randagismo istituendo, mercoledì scorso, una sottocommissione i cui lavori sono coadiuvati dal deputato Antonio De Luca. Si lavorerà per la soluzione del fenomeno. In ogni caso – ha sottolineato la deputata regionale dell’Udc - è inaccettabile assistere a queste ondate di odio e violenza nei confronti di chi sta in trincea, ogni giorno, per mille emergenze. Gli animali vanno rispettati e tutelati ma ancor prima va salvaguardata la dignità della persona e i toni pacati, democratici, sereni che stabiliscono la relazione umana. Tutto il mio sostegno al sindaco Francesca Valenti perché continui con serenità e grinta nella difficile azione amministrativa che i cittadini le hanno riconosciuto”.

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - I contenuti del presente sito appartengono all'Associazione Culturale L'Araba Fenice. Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU