Dai vigneti di Menfi il romanzo "Campanella", domani la presentazione a Palermo con l'attore Vito Bartucca

Dai vigneti di Menfi il romanzo “Campanella“, domani la presentazione a Palermo con l'attore Vito Bartucca

“Campanella” è il primo romanzo di Maria Cristina Sarò e verrà presentato con un evento speciale promosso da Torri del Vento Edizioni con Le donne del Vino, martedì 6 ottobre alle 18, alla storica e fascinosa Enoteca Picone, dal 1946 a Palermo.

Dopo l’anteprima nazionale di “Campanella” a Menfi in occasione del Mandrarossa Vineyard Tour a Cantine Settesoli e l’uscita in libreria del romanzo lo scorso 15 settembre, per questo incontro saranno presenti Lilly Ferro Fazio,coordinatrice regionale Le Donne del Vino, Vera Picone di Enoteca Picone e Adriana Falsone, giornalista di Repubblica, per chiacchierare insieme a Maria Cristina Sarò di questa “progettualità narrativa”, come la stessa autrice ama definirla. Un romanzo che nasce “dal vino, dalle mani e dall’amuri” e nasce in Sicilia per raccontarne le eccellenze: a Sciacca e fra i vigneti di Menfi incontriamo Ina e Campanella, giovani e innamorati. Ina appartiene alla famiglia Pensabene, i mafiosi che controllano il territorio. Campanella è un giovane avvocato, e ha un cugino matto che parla con la vigna. Nel 1984 ha inizio il processo Campanella, in cui il giovane avvocato viene trascinato in tribunale dalla famiglia Minchialuzzo, che rivendica un matrimonio e il danno di un lotto di vigne bruciate. Durante il processo, Ina scompare e il suo corpo viene ritrovato in mare. Il processo dura trent’anni e si ripete come la vendemmia. Le storie s’intrecciano come le viti, si piegano e si accasciano l’una sull’altra. Le cinque fasi del vino diventano le fasi della vita di quest’uomo che rimane solo contro tutti e senza Ina; rimane con la promessa di un fiore dentro alla bocca, una campanella, che getta ogni sera in mare per lei.

Durante la serata l’attore Vito Bartucca leggerà dei brani tratti da “Campanella” e sarà possibile degustare una selezione di vini a cura dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino - Feudo Rudinì, Cottanera, Caruso&Minimi, Curto, Valle Dell'Acate, Gaglio Vignaioli, Judeka, Firriato, Planeta, Donnafugata, Scilio, Cantine Settesoli e Fazio Wines. Per seguire le avventure di Campanella www.lestoriedicampanella.it.

Maria Cristina Sarò (Messina, 1983) è autrice e regista teatrale. Ha pubblicato: Maria Paiato. Un teatro del personaggio (Titivillus edizioni, 2011); il racconto Salvo e Sara. Palermo 92 (Caracò, 2014); il racconto Accussì-Giampilieri, sull’alluvione messinese del primo ottobre 2009 (antologia La giusta parte, Caracò Editore, 2011); il monologo Donna dellìtalia, racconto-inchiesta di donne e operaie (volume Fiori dal cemento, Caracò-Fillea/Cgil, 2013).

L’Associazione Nazionale Le Donne del Vino promuove dal 1988 in tutta Italia la cultura del vino nel senso più ampio. Raccoglie al suo interno le responsabili di tutte le componenti della filiera vitivinicola, dal vigneto alla comunicazione. Ad oggi uno dei sodalizi più attivi e conosciuti nel vasto panorama di interessi che ruota intorno all’enologia (www.ledonnedelvino.com).

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU