Sambuca, "a teatro è possibile". Al via la stagione 2015

Sambuca, “a teatro è possibile“. Al via la stagione 2015

Si apre il prossimo 17 gennaio la stagione 2015 del Teatro Comunale L’Idea, a Sambuca di Sicilia. Un cartellone all’insegna di un obiettivo difficile e volutamente ambiguo. “A Teatro è possibile”, recita infatti lo slogan che campeggia sul manifesto della stagione 2015.

Possibile cosa?Molto”, dice Paola Caridi, che per il secondo anno è presidente del Teatro Comunale L’Idea.

Abbiamo lasciato volutamente ambigua la frase scelta per identificare la stagione 2015” – continua Paola Caridi, un decennio di vita passato a Gerusalemme come giornalista e analista di Medio Oriente e un nuovo capitolo di vita a Sambuca.
“Crediamo che a teatro sia possibile fare molto, per la comunità, per la sua crescita culturale.
E’ stato possibile, per esempio, lo scorso anno portare grandi nomi della scena nazionale, da Ascanio Celestini a Mimmo Cuticchio, da Roberta Torre a Pif, solo per citare qualche nome.
E allo stesso tempo è stato possibile portare sul palco i grandi temi di attualità.
Il Medio Oriente, con la sindaca di Betlemme che è venuta a trovarci dalla Terrasanta. E i migranti, con un bellissimo incontro del neocardinale Francesco Montenegro, l’arcivescovo di Agrigento, con i sambucesi e i rifugiati ospitati sul territorio”.

E per il 2015, cosa sarà possibile?  “Lo scopriremo pian piano. Sarà possibile avere di nuovo grandi del teatro, come si vede dal cartellone che ripropone la collaborazione con il Teatro Biondo di Palermo e uno spettacolo musicale, quello di Ruggero Mascellino, che è appena andato in scena al Teatro Massimo”.

Qualche nome? “Nomi non siciliani, come Giuseppe Cederna e Simone Cristicchi, che porteranno la grande Storia sul palcoscenico. Nomi sicilianissimi della nuova drammaturgia, nomi che ci invidiano a livello nazionale: Randisi & Vetrano, ora in scena al teatro Biondo; Scimone & Sframeli, che inaugurano la nostra stagione il prossimo 17 gennaio.
Siciliani come la compagnia dei Policandri e il nostro Paolo Mannina, che anche quest’anno torna con una sua messinscena. Siciliano come il giovane Giacomo Ferraù, che porta finalmente nell’isola assieme a Giulia Viana uno spettacolo di Cesar Brie, un mostro sacro che narra la concretezza della vita”.

E dopo? “L’attività del Teatro L’Idea non si esaurisce con il cartellone. È successo anche lo scorso anno. Teatro per bambini, per ragazzi, commedia popolare in siciliano, attualità. E quest’anno anche la new entry: il cabaret”.

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU