Stagione estiva, a Menfi si spera ancora

Stagione estiva, a Menfi si spera ancora

Nuova stagione, nuovi buoni propositi. Perché infondo sperare fa bene un po' a tutti. Soprattutto a chi in questi anni ha dovuto lottare contro la crisi, facendo sacrifici inenarrabili per mantenere a galla la propria attività. Ma i commercianti di Porto Palo, così come gli albergatori e tutti coloro i quali lavorino nel settore della ricezione, possono finalmente tirare un sospiro di sollievo: la nuova stagione è alle porte e il tempo promette bene.

Sono in tanti a contare su questa nuova estate che dovrebbe portare molti turisti, o almeno questo è ciò che ci si augura. La situazione fino a questo momento non è stata delle migliori. E in effetti anche l'idea di lavorare bene solamente tre o quattro mesi, non è certo allettante, e tuttavia sempre meglio che tenere aperta un'attività dove non entra alcun cliente. Perché questo è quello che è successo a molti commercianti e non solo in Sicilia, ovviamente, si sta parlando di tutto il territorio nazionale. Ormai le attività chiuse da quando è iniziata la crisi non si contano più.

Ma cosa è successo in realtà? In pratica il peso delle tasse non è stato calcolato in proporzione ai reali guadagni di un imprenditore, ma in base a un calcolo su percentuali che non corrispondono effettivamente a un utile con il quale dovranno fare i conti per tutto il mese. In contemporanea si sono invece sollevati i costi di molte voci di spesa, comprese le commissioni delle obbligatorie carte di pagamento, determinando così da una parte una minore capacità d'acquisto e una necessità di rivendere i prodotti a un prezzo maggiore per recuperare le spese vive. Insomma, tutti questi sono stati ingredienti deleteri che, in buona parte dei casi hanno avuto un unico risultato: chiudere.

Certo non tutti si sono arresi subito, alcuni hanno lottato, hanno cercato di arginare il danno economico. Quelli che hanno chiuso l'attività si sono visti costretti a cercare prestiti senza bustapaga spaziomutui.com o su portali affini per riuscire almeno a pagare le spese mensili o le pendenze rimaste dopo aver chiuso l'attività.

E allora meglio gettarsi alle spalle un periodo così nefasto e confidare nel futuro, un futuro che ha visto una rimessa in ordine della passeggiata a mare sul litorale di Porto Palo e vedrà, nei prossimi giorni, anche la concessione di un chiosco per i mesi estivi, una speranza in più per chi ha ancora voglia di fare.

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - I contenuti del presente sito appartengono all'Associazione Culturale L'Araba Fenice.
credits: mblabs.net

Torna SU