Distretto socio-sanitario n. 54. Fino a 400€ di sussidio per le famiglie bisognose

Distretto socio-sanitario n. 54. Fino a 400€ di sussidio per le famiglie bisognose

A partire dal 2 settembre 2016 è possibile  presentare, nei rispettivi comuni di residenza facenti parte del  distretto socio-sanitario n. 54 di Castelvetrano, la domanda per l’ottenimento del sostegno inclusione attiva (SIA). Il beneficio economico, rivolto ai nuclei familiari che versano in disagiate condizioni economiche, è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il sussidio è concesso bimestralmente. Viene erogato attraverso una carta di pagamento elettronica (carta Sia) rilasciata dall’INPS. Si va da un minimo di 80,00 euro (per un membro) a un massimo di 400,00 euro (cinque membri). Ma per ricevere il beneficio le famiglie richiedenti dovranno essere in possesso dei requisiti elencati nell’avviso-bando a firma del presidente del distretto n. 54  Felice Junior Errante, sindaco di Castelvetrano comune capofila.

Tra questi requisiti: almeno un componente del nucleo familiare deve essere minorenne. Oppure  all’interno del nucleo familiare si deve registrare la presenza di un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata (non prima dei quattro mesi dalla data presunta del parto) con l’aiuto di certificazione medica rilasciata da struttura pubblica. Essere cittadino italiano o comunitario ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno.

Occorre inoltre essere residenti in uno dei comuni appartenenti al distretto vale a dire Castelvetrano, Partanna, Santa Ninfa, Poggioreale, Salaparuta, Campobello di Mazara.

Poi ancora occorre essere titolare di un indicatore ISEE non superiore a 3 mila euro e non beneficiare di altri trattamenti economici rilevanti di natura previdenziale, assistenziale e indennitaria superiore a 600 euro mensili.  Non si deve beneficiare di indennità di disoccupazione e assegno di disoccupazione.

Ed infine nessun  componente deve possedere autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc. o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc. Poi sarà effettuata una valutazione multidimensionale del bisogno in base al quale il nucleo familiare richiedente deve ottenere un punteggio uguale o superiore a 45. Le domande dovranno essere compilate  su appositi modelli INPS e consegnati ai comuni di residenza entro il prossimo 31 ottobre 2016. 

Per la compilazione gli interessati potranno rivolgersi ai Caf e ai Patronati. I comuni effettueranno l’istruttoria delle singole domande verificandone l’ammissibilità e trasmetteranno il tutto all’Inps (in ordine cronologico di arrivo) per la valutazione definitiva.

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - I contenuti del presente sito appartengono all'Associazione Culturale L'Araba Fenice. Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU