Poggioreale. Mozione di sfiducia per il sindaco Pagliaroli

Poggioreale. Mozione di sfiducia per il sindaco Pagliaroli

Presentata la mozione di sfiducia nei  confronti del sindaco di Poggioreale Lorenzo Pagliaroli. Il documento è stato sottoscritto da sei consiglieri comunali della maggioranza Progresso e Solidarietà che non sostiene l’azione politico-amministrativa del primo cittadino. Sostegno che invece sarebbe da ascrivere al gruppo minoritario Tutti in Comune. Nella mozione i sei consiglieri Francesco Blanda, Girolamo Cangelosi, Antonina Corte, Piera Luisa Giarratano, Girolama Pendola, Giuseppina Rossello chiedono l’immediata convocazione del consiglio comunale con l’inserimento nell’ordine del giorno della mozione stessa per essere discussa e deliberata. Le motivazioni della presentazione della sfiducia sono spiegate dagli stessi in 108 righe. 

“Premesso che il sindaco Pagliaroli-si legge nella mozione-sin dal suo insediamento ha causato un pericoloso e riprovevole degrado dell’azione amministrativa. In questi tre anni e mezzo la mancanza di qualsivoglia  iniziative politica e di programmazione da parte del sindaco e della G.C. è stata la causa principale della scarsa efficacia, se non proprio paralisi, dell’azione politico amministrativa. E’ di tutta evidenza-proseguono i sei consiglieri comunali-che il Sindaco ha da subito accantonato il programma elettorale proposto ai cittadini in campagna elettorale e dello stesso non se ne rinviene traccia nel suo operato. Con la presente mozione invitiamo tutti i consiglieri comunali ad assumersi le proprie responsabilità, al fine di recuperare la propria  autonomia decisionale nel rispetto della propria dignità e del mandato elettorale ricevuto”.

E’ arrivata  la replica del sindaco Pagliaroli. ”Affronterò con estrema serenità-dice il sindaco-la discussione in aula sulla mozione di sfiducia presentata dalla maggioranza. Sono sicuro di avere svolto fin qui il mio ruolo di sindaco nell’interesse della comunità poggiorealese. Questa mozione comunque è un disperato tentativo di volere ripristinare i "baronaggi politici” rottamati con l’elezione del giugno 2013. Intanto adesso preferisco assolutamente  dedicarmi alle scadenze politiche-amministrative  di fine anno. In primis alla proroga dei contratti per il personale precario”.

Cosa si profila all’orizzonte? Intanto la mozione per essere approvata dovrà convogliare dieci voti favorevoli su dodici. E a questo punto diventerebbe “decisiva” la presa di posizione dei consiglieri comunali facenti parte dello schieramento Tutti in Comune che nell’elezione del 2013 ha sostenuto la candidatura a sindaco di  Pagliaroli. Ma, secondo  personaggi vicinissimi al sindaco in carica, all’orizzonte si  potrebbero profilare anche le dimissioni  del sindaco Pagliaroli. Dimissioni che andrebbero interpretate non come una “resa del sindaco” ma la necessità di tornare a votare e conquistare una maggioranza anche in consiglio”. Le dimissioni del sindaco porterebbero all’arrivo del commissario straordinario. In attesa di andare alle urne in anticipo rispetto alla normale scadenza del mandato (giugno 2018).  

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - I contenuti del presente sito appartengono all'Associazione Culturale L'Araba Fenice.
credits: mblabs.net

Torna SU