"Tra identità, voglia di rinascita e progetti per la Menfi del futuro". Intervista al Coordinamento di “92013” già a lavoro per le elezioni di Giugno

Immagine articolo: “Tra identità, voglia di rinascita e progetti per la Menfi del futuro“.  Intervista al Coordinamento di “92013” già a lavoro per le elezioni di Giugno

Le elezioni amministrative a Menfi si avvicinano e iniziano a “scaldarsi” i motori della politica locale. Ad uscire per primi allo “scoperto” sono stati i promotori del movimento “92013 Menfi” ovvero Pia Pisano, Dario Vetrano ed il Consigliere Comunale di opposizione Sandro La Placa. All’evento di presentazione del movimento, al quale ha aderito anche il consigliere Comunale Vito Clemente, si respirava già voglia di futuro, di innovazione  con tanto di interventi in video chiamata e di fare nell’interesse della comunità chiamata al voto a Giugno. Numerosi anche i giovani presenti all’evento. Per capire di più di 92013 ne abbiamo intervistato il Coordinamento così da approfondire gli obiettivi e i punti cardine del progetto

1) Come nasce l’idea di "92013 Un nuovo inizio" e come mai la scelta di questo nome?

"La scelta del nome è stata quanto di più naturale potesse accadere: nel momento in cui è necessario uno sforzo collettivo con la guida di una nuova amministrazione per far voltare pagina a Menfi, “92013” ci è sembrato il nome, il simbolo nel quale tutta la comunità si riconosce. Un forte segnale identitario: è infatti dall’identità, ovvero da quella combinazione unica di qualità e caratteristiche di Menfi e dei menfitani che vogliamo ripartire per iniziare un nuovo percorso di crescita e speranza. Menfi non è nuova a periodi di rinascita e progresso: ci riusciremo anche questa volta".

2) Le elezioni comunali si avvicinano, avete già in mente chi potrebbe essere il vostro candidato a sindaco?

"È il momento di costruire un modello amministrativo, un solido programma con un metodo di lavoro efficace e moderno. Attorno a questi elementi è nostro compito creare entusiasmo tra la popolazione e tra i tanti che hanno già offerto la loro esperienza, le loro competenze e la loro passione per Menfi attraverso il nostro progetto. Al nome del candidato ci penseremo più avanti e in qualche modo potrebbe anche avvenire in modo naturale, così come lo è stato per il nome. L’importante è che sia un profilo solido, che dimostri di conoscere la macchina amministrativa e le dinamiche della comunità. Oltre a questo, è necessario che sia una persona capace di ottenere risultati a partire da una squadra competente ed energica".

3) Quali sarebbero le vostre tre priorità per Menfi qualora vi trovaste ad amministrarla?

"La priorità più urgente è ricompattare la comunità a partire dall’esempio e dalle azioni della nuova amministrazione, fin da subito. Useremo la trasparenza e la chiarezza nel linguaggio per comunicare ai cittadini le criticità, le proposte e le iniziative. È imperativo ricreare un clima di fiducia dove i problemi vengono risolti e dove le opportunità, ad esempio i fondi pubblici, vengano colte. Il decoro urbano e la vivibilità è un’altra grande urgenza che sentiamo: questo riguarda anche la sicurezza stradale, i servizi per adulti e bambini, la bellezza della città e del paesaggio. In terza battuta, bisogna collaborare con il tessuto produttivo, dall’agricoltura al turismo, passando dai servizi alla pesca per gettare le basi di un futuro economico organizzato e redditizio che crei posti di lavoro e speranza per i nostri concittadini. Per rilanciare la macchina organizzativa è fondamentale risanare il bilancio comunale superando i cavilli burocratici che fin ora sono stati di grande impedimento. Noi abbiamo già pensato alle soluzioni".

4) Che reazione avete riscontrato nella gente rispetto a questo movimento?

"Abbiamo riscontrato da subito un grande entusiasmo, a partire da chi ha deciso di far parte del movimento dalle prime ore. Quando si è mossi da amore, passione e si ha ben chiara la causa per cui spendersi senza sosta, è facile trasmettere lo stesso sentimento a chi ci ascolta, a chi ci vede lavorare, a chi assiste a questo incessante lavoro per Menfi ed il suo futuro. Riceviamo interesse ed adesioni costantemente: tocca a noi incanalare ed organizzare queste manifestazioni in un progetto omogeneo, organizzato e che risponda all’obiettivo che ci siamo prefissati. La macchina è già in moto, è un momento davvero entusiasmante".

5) La stagione dei grandi partiti per la gente sembra tramontata e per questo la scelta di un movimento civico?

"La legge elettorale ci offre un assist: soltanto una lista per ogni candidato sindaco. Questo ci mette nelle condizioni di parlare di liste e movimenti civici, piuttosto che di logiche partitiche nazionali che molto spesso si allontanano dai bisogni della comunità, ovvero quelle necessità specifiche che solamente un movimento locale e cittadino può davvero cogliere nella loro essenza, impegnandosi a risolverle con efficienza e credibilità. Naturalmente è in corso il dialogo con tutti i partiti, e le organizzazioni civiche, rappresentati a Menfi perché vogliamo sintetizzare nel movimento tutte le migliori sensibilità e competenze nel rispetto della storia di quelle organizzazioni che rappresentano l’ossatura della vita democratica in Italia".

6) State già interloquendo con altri consiglieri  e forze politiche che potrebbero condividere il vostro progetto?

"Assolutamente sì, il dialogo è aperto, serio e stiamo via via organizzando una squadra in grado di tutelare gli interessi dei menfitani, rispondere ai bisogni della comunità e convincere anche i più scettici a credere in una Menfi rinnovata, prospera e con opportunità sia personali che professionali. L’importante è parlare lo stesso linguaggio politico e condividere gli stessi obiettivi: se ci sono questi due elementi, il dialogo con le diverse forze politiche porterà i suoi frutti".

RATING

COMMENTI

Condividi su

    Belicenews su Facebook
    ARGOMENTI RECENTI
    ABOUT

    Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
    P.IVA: IT02492730813
    Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
    credits: mblabs.net