Salaparuta, conferita la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre

Immagine articolo: Salaparuta, conferita la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre

(Fonte multimedia: http://www.vita.it/it/article/2019/11/08/ovadia-liliana-segre-basta-con-la-favoletta-degli-italiani-brava-gente/153230/)


Anche il comune di Salaparuta ha conferito la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre. Il provvedimento è stato votato, all’unanimità, dal consiglio comunale, nel corso della sua ultima seduta consiliare. La proposta di conferimento era stata avanzata, alla fine dello scorso anno, dalla giunta comunale, guidata dal sindaco Vincenzo Drago, aderendo alla proposta dell’Associazione Punto Dritto.

In aula si è registrato l’intervento del consigliere comunale Michele Saitta. “La cittadinanza onoraria a Segre-ha evidenziato il consigliere Saitta-va concessa non perché l’Associazione Punto Dritto ha organizzato una mobilitazione d’istituzioni ma bensì per i meriti che la senatrice Segre ha rappresentato durante la sua lunga vita. Prima da ricercata perché ebrea, poi da deportata nei campi di concentramento. Poi, arrivando ai giorni nostri, per il suo impegno a far conoscere a tutti e in particolare ai giovani cosa ha significato fascismo, nazismo, leggi razziali.

E alla recentissima dichiarazione della senatrice Segre rivolta a duemila studenti: ”Pensate con la vostra testa, non con quella di chi grida di più, ha concluso”. Il 19 gennaio del 2018 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella decise di nominare Liliana Segre “senatrice a vita”. Da quel momento-prosegue Saitta- sono iniziati nuovi attacchi, minacce ed insulti che hanno fatto decidere il Comitato per l’Ordine e per la Sicurezza di Milano di assegnare la scorta alla senatrice Segre”.

Per non parlare poi dell’istituzione di una commissione parlamentare sui fenomeni d’intolleranza, razzismo ed antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza, proposta dalla Segre, passata con 151 voti favorevoli e 98 astensioni.Il consigliere Saitta ha, inoltre, esortato l’amministrazione comunale ad invitare la scuola ad “elaborare percorsi di studio contro fenomeni di intolleranza, razzismo e antisemitismo”. Altro invito: a stampare una pergamena nella quale riportare le “motivazioni dell’onorificenza”.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU