Yogurt o kefir? Alla scoperta delle differenze e delle proprietà benefiche

Immagine articolo: Yogurt o kefir? Alla scoperta delle differenze e delle proprietà benefiche

Lo yogurt italiano può essere chiamato tale solo se si tratta di latte vaccino fermentato da due soli batteri: Lactobacillus Bulgaricus e Streptococcus Termophilus.  Il Kefir invece contiene decine di diversi tipi di fermenti lattici che riescono ad arrivare vivi e attivi nell'intestino dove quelli dello yogurt non arrivano. 

Gli enzimi contenuti nello yogurt permettono di digerire facilmente lo yogurt stesso. Gli enzimi presenti nel Kefir, invece, riescono a colonizzare tutto il colon, e favoriscono la digestione di tanti altri alimenti, non solo del Kefir!   

Il Kefir infatti è digeribile anche a chi non tollera il lattosio.

Il Kefir, a differenza dello Yogurt, contiene anche lieviti “buoni" (assenti nello yogurt), che permettono la distruzione dei lieviti nocivi per il nostro intestino, annidandosi nelle pareti intestinali e creando una specie di “effetto barriera”. La granulosità del caglio di Kefir è più fine di quella dello yogurt, di conseguenza il Kefir risulta più facilmente digeribile.

Ma andiamo più nel dettaglio spiegando per bene le qualità e le caratteristiche del Kefir. 

Il Kefir è una bevanda fermentata che contiene numerosi lattobacilli bulgarici, streptococchi termofili, lieviti, batteri probiotici, anidride carbonica, enzimi vari, alcol etilico, varie vitamine (gruppo B, C, PP) zuccheri semplici, acqua o latte. Esiste infatti sia un Kefir di latte sia un Kefir d’acqua.  I fermenti del Kefir donano equilibrio alla flora batterica, migliorano e regolarizzano le funzioni intestinali, rafforzano le difese immunitarie e apportano al nostro organismo proteine, minerali e vitamine.

Per questi motivi il Kefir è consigliato: 

Ai bambini e ai ragazzi: essendo altamente digeribile, ricco di sostanze nutritive, attivante delle difese immunitarie e un alimento eccezionale che unisce un gusto goloso senza contenere conservanti, coloranti e garantendo un apporto calorico nettamente inferiore alle classiche merendine. In più se fatto con latte scremato le calorie saranno ancora di meno! 

Alle donne in gravidanza: oltre alle qualità già elencate il kefir contiene anche l’acido folico, ovvero vitamina B9, che non viene prodotta dall’organismo ma deve essere assunto con il cibo e dalla flora batterica intestinale. L’acido folico è stato riconosciuto come essenziale nella prevenzione delle malformazioni neonatali, particolarmente di quelle a carico del tubo neurale, che si possono originare nelle prime fasi dello sviluppo embrionale. (prima dell’assunzione del kefir è essenziale chiedere il parere al proprio medico). 

Per i sedentari: contenendo poche calorie è un ottimo spezza fame e ogni giorno può essere arricchito con ciò che si desidera: frutta fresca, cereali, miele, caffè e molto altro ancora.  Per gli sportivi: che possono contare su un alimento dissetante, energetico e digeribile.  Per le persone in convalescenza: che possono approfittare di un alimento leggero, digeribile e che riequilibra le difese immunitarie e la flora intestinale indebolita dall’uso di medicinali o antibiotici. 

Alle donne in menopausa: per il controllo calorico e la grande quantità di calcio contenuta nel Kefir. 

Insomma, il Kefir è un grande dono che la natura ci ha fatto, e adesso vi mostro più specificatamente i tipi di fermenti contenuti ne Kefir e che arrivano vivi e attivi nel nostro intestino: 

- Lactobacillus acidophilus

- Lactobacilli brevis

- Lactobacilli casei

- Lactobacilli casei subsp. Rhamnosus

- Lactobacilli casei subsp. pseudo-plantarum

- Lactobacilli paracasei subsp. Paracasei

- Lactobacilli cellobiosus

- Lactobacilli delbrueckii subsp. Bulgaricus

- Lactobacilli delbrueckii subsp. Lactis

- Lactobacilli hilgardii

- Lactobacilli johnsonii

- Lactobacilli kefiri

- Lactobacilli kefiranofaciens

- Lactobacilli kefirgranum

- Lactobacilli parakefir

- Lactobacilli lactis

- Lactobacilli plantarum

- Bifidobatteri

- Lactococci lactis subsp. Lactis

- Lactococci lactis var. diacetylactis

- Lactococci lactis subsp. Cremoris

- Streptococci salivarius subsp. Thermophilus

- Streptococci lactis

- Leuconostoc cremoris

- Lieviti

- Acetobacter aceti

- Acetobacter rasene 

Dottoressa Graziella Palermo

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net

Torna SU