Calcio, il Palermo risorge: il prossimo obiettivo è il ritorno nel massimo campionato

Immagine articolo: Calcio, il Palermo risorge: il prossimo obiettivo è il ritorno nel massimo campionato

(Fonte multimedia: Foto di Phillip Kofler da Pixabay)


C’è aria di smobilitazione in casa Palermo. Ma il clima è più sereno di quanto non si pensi. Con la fine del mese di giugno, la società ha provveduto a rendere liberi gli atleti che avevano stipulato un contratto dilettantistico con il club rosanero dodici mesi fa, all’inizio della nuova avventura in quarta serie. Saranno soltanto otto i giocatori dell’attuale roster che rivedremo in campo nel ritiro di Petralia Sottana, ovvero coloro che aveva accettato la clausola di riconferma automatica in caso di promozione in terza serie.

Dopo la fantastica cavalcata in Serie D, con un campionato interamente dominato dai siciliani, la società del Palermo è pronta a ristrutturarsi sia a livello dirigenziale che tecnico, in modo da non farsi trovare impreparata con l'inizio del prossimo torneo di Serie C. L'assalto al massimo campionato nazionale (dove il Palermo manca dal 2016) sarà il prossimo step nel percorso di risalita del sodalizio siciliano verso il calcio che conta. Un obiettivo assai ambizioso per i rosanero ma non impossibile, visto che i migliori bookmaker su Oddschecker inseriscono il Palermo tra le possibili candidate al salto in Serie B nel prossimo campionato.

Il primo nodo da sciogliere riguarda la guida tecnica. Anche se nelle ultime ore si è fatta strada la candidatura di Fabio Pecchia il nome in cima alla lista dei desideri è quello di Fabio Caserta, attuale allenatore della Juve Stabia in Serie B. Quello di Caserta è diventato ormai un segreto di Pulcinella. Il tecnico calabrese di nascita ma siciliano di adozione, infatti, dopo le ultime non esaltanti prestazioni con le vespe di Castellammare di Stabia, è finito nel mirino della critica dei tifosi gialloblù, anche se la società campana (con cui Caserta sarebbe legato anche per il prossimo campionato) ha provveduto a rinnovare la fiducia nei suoi confronti. Secondo i bene informati, il Palermo avrebbe già strappato il sì con Caserta in vista della prossima stagione ma è chiaro che non ci sarà alcuna ufficialità della notizia sino a quando non si concluderà il campionato di Serie B o non sopraggiungerà l’ipotesi per lo stesso tecnico dell’esonero dal club stabiese.

Il profilo di Caserta, che ha già vinto lo scorso campionato di Serie C mantenendo la prima posizione per tutto il corso del campionato, proprio a Castellammare di Stabia, sarebbe ideale rispetto alle esigenze del progetto Palermo.

Tornare a giocare nel calcio che conta in tre anni è stata la promessa della nuova società che ha rilevato le sorti del sodalizio rosanero con la fine dell’esperienza di Maurizio Zamparini, l’esclusione dal campionato cadetto e la ripartenza tra i Dilettanti lo scorso anno. Sul piatto sono stati messi ben 15 milioni di euro per gettare le fondamenta di questo ambizioso progetto e, almeno nella sua prima parte, l’obiettivo può dirsi essere stato completato.

Ma occorreranno ben altri sforzi e ben altri sacrifici per provare ad inseguire il sogno del ritorno in Serie A. Già a partire dal prossimo anno quando in Serie C gli avversari da battere saranno ben più numerosi e meglio attrezzati di quelli incrociati quest’anno sui difficili e polverosi campi dei dilettanti. Ecco perché la prossima campagna acquisti del Palermo dovrà prevedere l’inserimento di uomini chiave in ogni reparto. Serve gente esperta che sia in grado, sin dalle primissime giornate, di dare una impronta positiva al cammino dei rosanero nel campionato di terza serie, qualsiasi sarà la sua nuova formula.

Insomma, i presupposti per ricominciare la nuova stagione nel migliore dei modi ci sono tutti. Fondamentale sarà non mancare l’appuntamento con le varie scadenze e pendenze segnate in agenda. Perché, a livello tecnico come a livello societario, la puntualità e la fermezza nelle decisioni farà la differenza rispetto alla risoluzione di questo o quell’obiettivo. Al netto della spaccatura tra i massimi dirigenti del sodalizio della città capoluogo, il Palermo saprà ancora una volta fare di necessità virtù, regalando ad una delle tifoserie più calde e numerose dello stivale il sogno del ritorno sui prestigiosi prati della Serie A.

RATING

COMMENTI

Condividi su

Belicenews su Facebook
ARGOMENTI RECENTI
ABOUT

Il presente sito, pubblicato all'indirizzo www.belicenews.it è soggetto ad aggiornamenti non periodici e non rientra nella categoria del prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare come stabilito dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62 Informazioni legali e condizioni di utilizzo.
P.IVA: IT02492730813
Informazioni legali e condizioni di utilizzo - Per le tue segnalazioni, pubblicità e richieste contatta la Redazione al telefono +39 330 852963 Privacy
credits: mblabs.net